Coronavirus: ad Empoli divieto di consumare cibo e bevande in spazi pubblici

L'ordinanza del sindaco valida fino al 28 marzo: specificazione anche per gli sport

 EMPOLI
  • Condividi questo articolo:
  • j

Il sindaco di Empoli Brenda Barnini, in vista dell'avvio della ordinanza regionale che stabilisce la 'Zona Rossa' nel Comune di Empoli da oggi, lunedì 22 marzo, ha disposto anche il divieto di consumare cibo su aree pubbliche, oltre alla chiusura delle sale lettura della biblioteca comunale e importanti provvedimenti per le attività sportive. Queste disposizioni sono contenute in un'ordinanza firmata oggi allo scopo di contenere il rischio di assembramenti e quindi l'innalzamento delle probabilità di contagio tra la popolazione. La decisione è maturata a seguito del mutato contesto epidemiologico all'interno del territorio comunale dove, al pari dei comuni dell'Empolese Valdelsa e del Valdarno Inferiore, si registra un significativo incremento di diffusione del Covid. Le disposizioni saranno in vigore fino al 28 marzo 2021 compreso, con eventuale proroga sulla base dell'evoluzione del contesto epidemiologico.

Cosa prevede l'ordinanza? Sono tre i divieti contenuti nell’atto del sindaco:

1. il divieto di consumo di cibi e bevande da asporto nelle vie, piazze ed altri spazi pubblici o aperti al pubblico, nell’intero territorio comunale.

2. fermo restando quanto previsto dall'art. 41 del D.P.C.M. 2 marzo 2021, ai sensi dell'art 18 del suddetto D.P.C.M. possono continuare a svolgere attività sportiva agonistica, con relativo allenamento:

- gli atleti professionisti e non professionisti degli sport individuali e di squadra partecipanti alle competizioni di livello agonistico e riconosciuti di preminente interesse nazionale con provvedimento del C.O.N.I. e del C.I.P. per i quali è in corso di svolgimento un campionato organizzato dalle rispettive federazioni sportive nazionali;

- gli atleti professionisti e non professionisti degli sport individuali e di squadra partecipanti alle competizioni di livello agonistico e riconosciuti di preminente interesse nazionale con provvedimento del C.O.N.I. e del C.I.P. già iscritti alla data di entrata in vigore della presente ordinanza ad una gara o ad una serie di gare consentite dalla normativa vigente;

3. la sospensione dei servizi della biblioteca comunale R. Fucini di Empoli ad eccezione dei servizi di prestito e di restituzione dei libri che vengono offerti su prenotazione.

Ulteriori disposizioni in "zona rossa"

- Sospensione di tutte le attività commerciali ad eccezione di quelle alimentari e di prima necessità (es. farmacie, parafarmacie, ottici, ferramenta, profumerie, tabaccherie, edicole, librerie, vivai, aziende agricole e florovivaistiche, distributori di carburante);

- chiusura di parrucchieri, barbieri e centri estetici; restano aperte lavanderie, tintorie e pompe funebri;

- sospensione dei mercati, ad eccezione delle attività di vendita dei generi alimentari, prodotti agricoli e florovivaistici;

- chiusura di bar e ristoranti; asporto consentito fino alle ore 22 per la ristorazione, fino alle ore 18 per i bar e i punti vendita di bevande al dettaglio; non ci sono restrizioni per la consegna a domicilio;

- chiusura di teatri, cinema, discoteche, sale da ballo e locali assimilati, sia all'aperto che al chiuso;

- chiusura di mostre e musei, ad eccezione delle biblioteche e degli archivi aperti soltanto su prenotazione;

- chiusura di piscine e palestre, impianti sciistici, centri benessere e termali;

- l'attività sportiva è consentita in forma individuale all'aperto mentre l’attività motoria è consentita nei pressi della propria abitazione (rispettando la distanza di un metro e con mascherina); sospese tutte le attività nei centri sportivi all'aperto;

- sospensione dell'attività di sale giochi, sale scommesse, bingo e slot machine anche nei bar e tabaccherie;

- sospensione dell’attività in presenza delle scuole di ogni ordine e grado, con la didattica a distanza che torna al 100%; in tutte le scuole resta garantita la possibilità di svolgere attività in presenza per gli alunni con disabilità o con bisogni educativi speciali.

Clicca qui per leggere ulteriori informazioni direttamente dal sito del Governo

Potrebbe interessarti anche: Covid-19: 246 casi in provincia di Firenze, di cui 98 in zona empolese

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie

Pubblicato il 22 marzo 2021

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su