Bisniflex materassi Poggibonsi

Coronavirus, Giani: ''Pronto a fare zone rosse per isolare il contagio''

Nelle ultime settimane la Toscana ha visto un aumento costante dei nuovi positivi arrivando, di fatto, a raddoppiare i contagi giornalieri da circa 500 ai 900 in media degli ultimi giorni

 TOSCANA
  • Condividi questo articolo:
  • j

Sicuramente sono preoccupato perché noi abbiamo vissuto le cinque settimane in zona gialla nel mese di gennaio con indici di contagi medi di 500 al giorno. Ormai è invece da cinque giorni che siamo alle soglie dei mille, quindi dal mese di gennaio al mese di febbraio si è sostanzialmente raddoppiato il livello di contagi". Queste le dichiarazioni del presidente della Regione Eugenio Giani riportate dall'Ansa che segnano di fatto la preoccupazione del governatore, il quale si dice pronto ad introdurre le zone rosse "per isolare i contagi soprattutto laddove si presentano le varianti io non mi fermerò e lo farò con molta decisione". 

Questa mattina Giani, intervenendo ad Omnibus su La7 ha parlato anche della campagna vaccinale contro il covid-19, principale oggetto del dibattito nazionale in queste ore: "Quello che in questo momento in Italia funziona sono le Regioni che stanno reggendo un sistema socio sanitario di eccellenza a livello europeo. Per quanto riguarda le limitazioni ognuno ha una realtà diversa, è evidente che in questo momento sto affrontando un aumento dei contagi rispetto alle settimane precedenti - dice Giani - complessivamente diamo indicazioni in modo concreto. Dovrebbe essere attribuita alle regioni la possibilità di chiudere o aprire in base alle necessità. Ogni giorno parlo con i sindaci nei quali c’è un livello più alto dei contagi. La criticità in questo momento è avere vaccini, tutto è pronto per iniziare a vaccinare: quello che ci manca è la materia prima”.

Potrebbe interessarti anche: L'Unisi sospende cautelativamente dalle attività didattiche il professor Gozzini, in attesa del Collegio di disciplina

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie

Pubblicato il 23 febbraio 2021

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su