Coronavirus, i Risto&bar di Colle: ‘’Riaprire subito dopo Pasqua’’

Il comitato presieduto da Moira Mezzedimi: ''Se non avremo il via dal governo apriremo comunque i nostri locali in sicurezza''

 COLLE DI VAL D'ELSA
  • Condividi questo articolo:
  • j

Stanchi, arrabbiati ed esasperati dalle chiusure che dallo scorso autunno ad oggi hanno colpito il loro settore. Il comitato Risto&bar di Colle di Val d’Elsa rappresenta così, attraverso le dichiarazioni della presidente Moira Mezzedimi, una situazione che li vede ancora chiusi e addirittura con la Toscana in zona rossa, almeno fino al 6 di aprile. “Siamo arrabbiati e stanchi. Dopo un anno ci troviamo al punto di partenza, anzi peggio - commenta Moira Mezzedimi - l’ultima nostra apertura risale al 12 di febbraio mentre per quanto riguarda la sera a cena non siamo aperti da ottobre 2020. Il virus comunque dilaga, le persone sono fuori: dovunque vediamo assembramenti è controlli zero”.

Insomma, il dito viene puntato verso la strategia di chiusure del governo, con una situazione economica che continua a pesare in maniera importante sulle attività commerciali “Gli indennizzi che sono arrivati sono soltanto elemosine - afferma Mezzedimi - bastano forse soltanto per pagare le spese che ci stanno chiedendo di onorare, pur non lavorando in maniera completa da mesi”.

Quello che prevede il comitato colligiano è di riaprire le attività ed i locali comunque, qualora dopo Pasqua non arrivi una decisione tempestiva da parte del governo, che proprio in queste ore sta varando il nuovo decreto che entrerà in vigore dal prossimo 7 di aprile. “Se non ci daranno il via per la ripartenza quanto prima sicuramente non aspetteremo ancora di più, riapriremo proprio perché lavorare è un nostro diritto pur rispettando i protocolli covid. Siamo pronti ai controlli ma fateci riaprire” conclude Moira Mezzedimi “Ci dovranno anche risarcire della nostra dignità”.

Potrebbe interessarti anche: Vaccini, slitta la consegna di 70.000 dosi Astrazeneca prevista per stasera

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie

Pubblicato il 31 marzo 2021

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su