Diba '70 shop San Gimignano

Costruisce una struttura in legno abusiva in un'area protetta del bosco

Tutti gli interventi erano stati realizzati in assenza di titoli edilizi, multa di 3.480 euro

 FUCECCHIO
  • Condividi questo articolo:
  • j

I militari della Stazione Carabinieri forestale di Empoli, in occasione di un sopralluogo nel bosco, nel comune di Fucecchio località Podere Dondoloncino notavano in riva ad un piccolo lago che era in corso di realizzazione un manufatto in legno. L’intervento aveva comportato l’eliminazione della vegetazione arborea e arbustiva presente e movimentazione di terra.

In particolare si trattava di un manufatto in legno costruito su una platea realizzata con tavolame di legno, sorretta da una struttura in legno infissa nel terreno, senza materiale cementizio. Sopra il basamento era ancorata una casetta completamente in legno con una porta finestra in legno e vetri nella parte anteriore e una finestra in legno e vetro nella parte posteriore. Nelle vicinanze i militari hanno poi riscontrato la realizzazione di altri manufatti con rilevanza edilizia: una platea in cemento di forma irregolare di circa duecento metri quadrati, limitrofa ad una abitazione e un’area recintata adibita a canile con all’interno due box prefabbricati in legno, ferro e policarbonato con copertura in lamiere metalliche. I box erano posizionati su soletta in cls e dei vialetti in cls conducevano ai box.

I Carabinieri forestali procedevano ad effettuare ulteriori accertamenti, appurando che si trattava di un’area vincolata sotto vari profili: erano presenti il vincolo idrogeologico per la casetta perchè territori contermini ai laghi e il vincolo paesaggistico perché gli altri manufatti si trovavano in aree boscate. Inoltre l’area su cui erano presenti dette opere risultava tutelata dalla Direttiva Habitat 92/43/CEE, in quanto ricadente nella Zona Speciale di Conservazione ZSC “Cerbaie”, per la conservazione della flora e della fauna, facente parte della rete Natura 2000.

Tutti gli interventi erano stati realizzati in assenza di titoli edilizi, della preventiva autorizzazione paesaggistica e della Valutazione d’incidenza, procedura prevista per il fatto che le particelle ricadono all'interno di un sito ZSC, e lo studio di incidenza, di un piano o progetto, è finalizzato proprio a verificare se vi siano incidenze significative su un sito della rete Natura 2000.

E' stato dunque segnalato all'AG il proprietario dei terreni ed esecutore materiale dei manufatti per aver effettuato lavori in area protetta senza nulla osta e su beni paesaggistici in assenza di autorizzazione. I militari procedevano anche alla contestazione delle violazioni amministrative per manufatti realizzati in assenza del vincolo idrogeologico e in assenza di VINCA in area ZSC “Cerbaie” per un totale di 3.480 euro.

Copyright © Valdelsa.net

Potrebbe interessarti anche: Auto finisce contro un albero sulla 429, muore un 66enne

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie

Pubblicato il 9 marzo 2022

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su