Covid, Speranza: ''Verso un'estate molto diversa ma senza liberi tutti''

Tre voci diverse sui prossimi passi per combattere il virus e la crisi

 ITALIA
  • Condividi questo articolo:
  • j

“Le istituzioni devono muoversi insieme con i cittadini, oggi esiste uno scollamento tra una fetta importante della popolazione e le istituzioni”. Sono le parole di Massimiliano Fedriga, presidente della Conferenza Regioni. Secondo lui, occorre mettere insieme istituzioni e cittadini per combattere il virus trovando soluzioni applicabili. “Se nei prossimi giorni si fa un piano di riapertura di alcune attività, credo sia la strada corretta. Se si vuole tenere tutto blindato per un altro mese si rischia di perdere la battaglia contro il virus”. Per Fedriga c’è una differenza sostanziale con il 2020: uscivamo da un lockdown pesante e quest’anno abbiamo i vaccini e l’esperienza di un anno in più. L’ipotesi di utilizzare spazi aperti con la bella stagione per far riaprire alcune attività è buon senso.

Il Ministro della Salute Roberto Speranza immagina un’estate molto diversa da questi mesi. Ma serve attenzione e gradualità, non c’è un’ora X in cui scompariranno le misure. “Ma sono ottimista, se riusciremo a vaccinare la maggior parte della popolazione, questa estate ci potremo consentire molte più libertà”. Ci sono due novità sul piano vaccinale: richiamo Pfizer e Moderna a 42 giorni, non più 21 e 28. E la possibilità per gli over 60 di presentarsi agli hub per farsi immunizzare con AstaZeneca senza prenotazione con le dosi residue. La priorità restano le persone sopra gli 80 anni e poi quelle tra i 70 e gli 80.

Il ministro del Turismo Garavaglia alla Stampa ha dichiarato che ogni settimana che passa perdiamo pezzi di Pil. “È per questo che per il 2 giugno mi auguro sia aperto tutto o quasi tutto”. Secondo lui, per aprile si possono aprire attività tipo la ristorazione. “Bisogna essere molto prudenti, ma non vuol dire che non si deve programmare”.

Potrebbe interessarti anche: Coronavirus: 137 ricoverati alle Scotte

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie

Pubblicato il 12 aprile 2021

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su