Covid19, appello congiunto del sindaco De Mossi e del direttore generale dell'Aou Senese Giovannini

Il sindaco Luigi De Mossi: "l'emergenza non è cessata". Un appello a non abbassare la guardia

 SIENA
  • Condividi questo articolo:
  • j

“Occorre mantenere alta l’attenzione infatti l’emergenza sanitaria non è cessata – ha dichiarato il sindaco Luigi De Mossi - E' giusto tornare alle nostre vite, al lavoro ed anche al divertimento ma è chiaro che dobbiamo convivere con una diversa normalità. E' ancora necessario adottare la massima prudenza rispettando sempre tutte le norme e le misure di sicurezza anti-Covid per evitare diffusione di contagi, il pericolo di una recrudescenza è purtroppo sempre presente”. Questo l'appello del sindaco di Siena Luigi De Mossi alla luce dei nuovi casi di Covid19 in Toscana.

Un appello a non abbassare la guardia che arriva anche dal direttore generale dell’Azienda ospedaliero-universitaria Senese Valtere Giovannini: “Il Covid-19 è ancora in agguato e sta circolando. È improprio parlare di “ondata di ritorno” dell’epidemia: la nuova fase è già oggi ed è determinata, nella sua entità, dai comportamenti che riusciamo a tenere adesso, in questi giorni così come nelle prossime settimane. Per cui portiamo responsabilmente la mascherina, rispettiamo il distanziamento interpersonale e curiamo l’igiene delle mani".

"L'ospedale non ha mai abbassato la guardia contro il Covid-19. Continuiamo a proteggerlo per preservare i nostri professionisti da nuovi rischi, affinché le Scotte possano essere un luogo di cura sicuro per i cittadini di Siena e del territorio. Tutte le misure attivate, dai checkpoint ai percorsi differenziati di entrata e di uscita, i controlli sui pazienti in ingresso, il pre-triage in pronto soccorso, la costante attenzione all'igiene delle persone e degli ambienti, le periodiche verifiche con tamponi e test sui nostri professionisti, sono solo alcune delle misure intraprese e che porteremo avanti con ancora più forza e convinzione, al fine di poter tutelare la salute pubblica della nostra comunità, così come abbiamo fatto fino ad oggi”.

Potrebbe interessarti anche: Consegna dei tesserini venatori per la stagione 2020/2021

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie 

Pubblicato il 18 agosto 2020

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su