Crisi di governo, Conte si è dimesso

Domani al via alle consultazioni al Quirinale

 ITALIA
  • Condividi questo articolo:
  • j

Giuseppe Conte ha rassegnato le sue dimissioni nella mani del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Un incontro rapido, durato circa mezz'ora, dopo il quale Conte si è recato prima a Palazzo Giustiniani dal Presidente del Senato Casellati e poi alla Camera dei Deputati dal Presidente Raffaele Fico. Passaggi istituzionali che scandiscono una crisi di governo ormai istituzionalizzata.

Adesso però Mattarella non vuole perdere tempo. Il paese si trova in grave difficoltà: c'è una campagna vaccinale senza precedenti da portare avanti ed un recovery plan da definire per ottenere i fondi del Next Generation EU. Per queste ragioni già da domani pomeriggio, dopo le commemorazioni per la Giornata della Memoria, inizieranno le consultazioni al Quirinale. In questo limbo di circa 24 ore che separa il Presidente della Repubblica dagli incontri con le forze politiche, le ipotesi che si fanno strada sono innumerevoli: da un nuovo incarico a Giuseppe Conte per arrivare all'ipotesi di voto passando per un governo di "salvezza" nazionale. L'obiettivo, ad ogni modo, sarà quello di non perdere tempo. Perché di tempo ormai non ne è rimasto molto.

Potrebbe interessarti anche: Ghiaccio, codice giallo per tutta la Toscana

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie

Pubblicato il 26 gennaio 2021

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su