Dai banchi di scuola al palcoscenico chiantigiano: i giovani liceali 'surfano' l’onda di Greta

Le voci di protesta dei ragazzi hanno dato vita allo spettacolo ''Terra svuotata e ammalata'', mix di scienza e letteratura sul tema dello sfruttamento del pianeta, a cura di Massimo Salvianti

 BARBERINO TAVARNELLE
  • Condividi questo articolo:
  • j

Un evento in bilico tra scienza e letteratura, teso a sensibilizzare sui temi della sostenibilità e della consapevolezza ambientale. Si è tenuto ieri sera nella sala partecipata del Teatro La Filarmonica di San Donato in Poggio il debutto dello spettacolo teatrale “La Terra svuotata e ammalata”, un evento di Massimo Salvianti, tratto dal libro di Ugo Bardi. Il testo, infarcito di parole, immagini, note e passi di danza è curato dall’attore di Arca Azzurra e ha visto la collaborazione del prof. Marco Rustioni e di Roberto Comi, presidente degli Amici dell’Osservatorio Polifunzionale del Chianti.

Un viaggio artistico che ha raccontato il conflitto del genere umano con il pianeta terra. Protagonisti nell’allestimento dello spettacolo e interpreti i 25 studenti del Liceo “Alessandro Volta” di Colle di Val d'Elsa che si sono esibiti in letture, canti, suoni e danze accompagnati da immagini e video La serata, organizzata dall’Osservatorio Polifunzionale del Chianti, dagli amici dell’Opc, il Comune di Barberino Tavarnelle, la Filarmonica di San Donato in Poggio, prodotta da Arca Azzurra Formazione, è stata introdotta da Emanuele Pace, responsabile scientifico dell’Osservatorio Polifunzionale del Chianti fiorentino. Tanti i temi affrontati con le voci di protesta dei giovani. Attraverso un ampio repertorio che ha spaziato dalle “Città invisibili” di Italo Calvino passando attraverso le “Novelle per un anno” di Luigi Pirandello fino ad approdare agli orizzonti esplorati dalla scienza i racconti letterari di Massimo Salvianti, intercalati agli interventi scientifici di Marco Rustioni hanno affrontato vari temi tra cui la sostenibilità ambientale, lo sfruttamento minorile, la criminalità organizzata nella gestione dei rifiuti e l’ecomafia, la pandemia.

Potrebbe interessarti anche: A spasso tra i nuovi murales del Vallone di Poggibonsi

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie

Pubblicato il 11 ottobre 2021

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su