Dati aperti e imprese innovative per gestire il traffico e migliorare la qualità dell'aria

Open data e imprese. Il tema sarà al centro di un seminario on line, il 15 dicembre alle 14.30 sul canale youtube Trafair Project, tutto dedicato al progetto omonimo che mette insieme dati aperti, imprese innovative, star-up e sostenibilità.

 TOSCANA
  • Condividi questo articolo:
  • j

Trafair  è  confinaziato dal programma europeo “Connecting Europe facility” (Cef) e l’obiettivo è semplice: monitorare i flussi del traffico e della qualità dell’aria, attraverso sensori ed intelligenza artificiale, per ottimizzare la gestione del territorio, sulla base anche delle previsioni meteo. Sono coinvolte sei città europee di dimensione diversa: Zaragoza,  la più grande (con 600 mila abitanti), Firenze, Modena, Livorno, Santiago di Compostela e Pisa, che è la più piccola con 90 mila residenti. Sono stati stanziati 2milioni e 197  mila euro: la quota a disposizione della Toscana è di circa 150 mila euro, per oltre 37 mila di risorse del bilancio della Regione. 

All’incontro on line del 15 dicembre, evento finale del progetto, interverranno i partner del progetto, ovvero i Dipartimenti di ingegneria delle Università di Modena e Reggio Emilia e di Firenze, il Cnr e l’Istituto per la bioeconomia di Firenze.

Esempi e potenzialità del mercato dei dati aperti per l’impresa innovativa saranno spiegati da “Nana bianca”, incubatore di impresa di interesse nazionale. La Regione Toscana illustrerà come collaboratore con la pubblica amministrazione nell’utilizzo dei dati. Gli esperti dell’ateneo fiorentino parleranno anche dei dati che si possono raccogliere attraverso altri sensori ed utili per gestire la manutenzione delle infrastrutture: dal consumo del manto stradale alle luci.  

L’incontro si rivolge ad imprenditori, liberi professionisti e studenti che vogliano conoscere e utilizzare i dati aperti per far crescere e sviluppare un’idea di business del futuro. Solo sul sito della Regione Toscana i dati aperti accessibili attraverso la piattaforma Open Toscana sono stati visualizzati, dal 2016 in quattro anni, da circa un  milione di utenti (http://dati.toscana.it/infografica) e utilizzati quattromila diversi dataset.

Il progetto Trafair è stato premiato nel 2019 al Forum Pa sulla pubblica amministrazione tra le cento migliori idee per raggiungere gli obiettivi di sostenibilità dell’Agenda 2030. Da giugno 2020 alcuni dei dati e della mappe di previsione oggetto della ricerca – quelle per Firenze, Pisa e Livorno -  sono state integrate all’interno dell’app “Toscana in a Snap” liberamente scaricabile. 

Potrebbe interessarti anche: Festa dell'Immacolata: le variazioni ai servizi di raccolta porta a porta nei comuni della provincia di Siena

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie

Pubblicato il 7 dicembre 2020

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su