Distretti Rotaract 2071 e Leo 108LA donano due sistemi di ventilazione al policlinico Santa Maria alle Scotte

Generosità che si traduce in innovazione tecnologica al servizio dei pazienti del policlinico Santa Maria alle Scotte

 SIENA
  • Condividi questo articolo:
  • j

Questo il significato della donazione di due sistemi di ventilazione ad alto flusso, realizzata da parte dei distretti toscani Rotaract 2071 e Leo 108LA, e destinata all’area di alta intensità assistenziale dell’area Covid e del Dipartimento Emergenza-Urgenza e dei Trapianti, diretto dal professor Sabino Scolletta. 

Si tratta, in particolare, di due umidificatori attivi con generatore di flusso integrato, molto utili per il trattamento e le cure dei pazienti con ipossiemia da insufficienza respiratoria. «Ci tengo ad esprimere i miei più sinceri ringraziamenti – ha detto il professor Scolletta, ricevendo le apparecchiature –. 

Questi sistemi di ossigenazione ad alti flussi sono un’attrezzatura importante che arricchisce il pacchetto tecnologico a disposizione dell’ospedale, dei professionisti e, soprattutto, dei nostri pazienti».  Per il Rotaract 2071 e per il Leo 108LA si tratta della terza donazione di questo tipo: altri quattro umidificatori sono stati donati alle altre aziende ospedaliero-universitarie della Toscana, due all’ospedale di Careggi a Firenze e altrettante al Cisanello di Pisa.

Potrebbe interessarti anche: Due nuovi casi di Coronavirus a Certaldo

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie 

Pubblicato il 2 settembre 2020

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su