Donazione organi, si può scegliere anche in Comune a Castelfiorentino

«Come avevano anticipato alcuni mesi fa – sottolinea l’Assessore alla Sanità, Alessandro Tafi – in questi giorni è stata attivato questo nuovo servizio all'Anagrafe, che si propone come obiettivo quello di sensibilizzare la popolazione sul valore etico e sociale della donazione degli organi, un atto di amore verso il prossimo, e in modo particolare nei confronti di chi ha seri problemi di salute. Il nostro auspicio è che i cittadini accolgano favorevolmente questa opportunità»

 
  • Condividi questo articolo:
  • j

Donazione organi, da oggi è possibile fare questa scelta anche in Comune a Castelfiorentino. E’ stato infatti attivato il servizio che offre ai cittadini l’opportunità di manifestare la loro volontà su questa delicata questione al momento del rilascio o del rinnovo della carta d’identità. La manifestazione di volontà si fa sottoscrivendo il relativo modulo, che verrà consegnato dall’addetto dell’Ufficio Anagrafe unicamente su richiesta dell’utente.

Il meccanismo è semplice: nel momento in cui un qualunque cittadino maggiorenne si presenta allo sportello dell’Ufficio Demografico per rinnovare oppure ottenere il rilascio della carta d’identità, gli sarà consegnato preventivamente un depliant informativo. Qualora l’utente fosse interessato a dichiarare la sua volontà (favorevole o contraria) in merito alla donazione di organi e tessuti, sarà consegnato contestualmente un modulo dove formalizzare la scelta con una semplice firma.

Si ricorda la non obbligatorietà dell’atto, trattandosi solo di una libera scelta, un’opportunità in più rispetto a quelle esistenti. In ogni caso, è possibile modificare in qualsiasi momento la propria volontà espressa in precedenza; fa fede l’ultima manifestazione di volontà resa in ordine temporale.

E’ inoltre garantito l’anonimato. Non è possibile conoscere né il nome del donatore né quello del ricevente. Infine, il dato acquisito non è riportato nel documento di identificazione, ma viene inviato in modalità telematica al Sistema Informativo Trapianti, una banca dati consultabile dai Centri regionali trapianti.

«Come avevano anticipato alcuni mesi fa – sottolinea l’Assessore alla Sanità, Alessandro Tafi – in questi giorni è stata attivato questo nuovo servizio all’Anagrafe, che si propone come obiettivo quello di sensibilizzare la popolazione sul valore etico e sociale della donazione degli organi, un atto di amore verso il prossimo, e in modo particolare nei confronti di chi ha seri problemi di salute. Il nostro auspicio è che i cittadini accolgano favorevolmente questa opportunità».

Se il cittadino intende effettuare tale scelta in un momento successivo rispetto al rinnovo o al rilascio del documento di identità, potrà farlo rivolgendosi all’ASL oppure all’AIDO. In alternativa, potrà esprimere la propria volontà su carta libera completa di tutti i dati personali, datata e firmata, da conservare nel portafoglio, mediante il Tesserino Blu inviato dal Ministero della Salute nel 2000, o ancora attraverso le DonoCard delle associazioni di settore.

Si ricorda che il depliant informativo “Una scelta in Comune” è reperibile anche presso l’URP ed è inoltre consultabile sul sito e sulla pagina facebook del Comune.

La possibilità di manifestare la propria volontà in Comune in merito alla donazione degli organi è stata contemplata da una specifica previsione di legge del 2013. Nello stesso anno, la Regione Toscana ha impresso ulteriore impulso a questa iniziativa con un accordo stipulato con Federsanità-Anci, Anci Toscana, Aido e Centro Nazionale Trapianti, denominato “Una scelta in Comune”. 

Pubblicato il 31 maggio 2016

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su