Due nuovi defibrillatori esterni nel centro storico di Castelfiorentino

L'acquisto dei nuovi defibrillatori è stato anche accompagnato da un corso di formazione, per la corretta gestione dello strumento. La cerimonia ha preso il via ieri mattina con la Santa Messa nella Chiesa di San Francesco, dove i defibrillatori hanno ricevuto la benedizione prima di essere installati nei luoghi prestabiliti: il muro che delimita l’area di accesso al Ridotto del Teatro (Piazza Gramsci) e la facciata della Farmacia Comunale 2 (Piazza Grandi)

  • Condividi questo articolo:
  • j

Due nuovi defibrillatori collocati all’esterno, in Piazza Gramsci e Piazza Grandi, in memoria di Sara Scimmi. Sono stati posizionati ieri mattina nel corso di una cerimonia inaugurale promossa dalla Misericordia di Castelfiorentino e alla quale era presente il Sindaco, Alessio Falorni.

I due nuovi strumenti, utilissimi per la gestione dei casi di emergenza (che naturalmente si spera non debbano mai verificarsi) sono stati acquistati grazie al ricavato della cena di solidarietà che si è tenuta a settembre nel ricordo di Sara Scimmi, la giovane ragazza di Castelfiorentino che ha perso la vita in circostanze misteriose un anno e mezzo fa, un episodio sul quale la comunità di Castelfiorentino e le istituzioni si sono ripetutamente associate alla richiesta di giustizia da parte dei genitori e dei familiari.

L’acquisto dei nuovi defibrillatori è stato anche accompagnato da un corso di formazione, per la corretta gestione dello strumento. La cerimonia ha preso il via ieri mattina con la Santa Messa nella Chiesa di San Francesco, dove i defibrillatori hanno ricevuto la benedizione prima di essere installati nei luoghi prestabiliti: il muro che delimita l’area di accesso al Ridotto del Teatro (Piazza Gramsci) e la facciata della Farmacia Comunale 2 (Piazza Grandi).

«Ho avuto modo di partecipare al corso per l’utilizzo di questo strumento – ha sottolineato il Sindaco - e vi debbo dire che è un dono davvero prezioso, che può salvare la vita di una persona. Un bellissimo modo per ricordare Sara».

Pubblicato il 19 novembre 2018

  • Condividi questo articolo:
  • j
Torna su