Ecco il nuovo murales di Paolo Zero-T Capezzuoli a Poggibonsi

E' stato realizzato in Borgaccio a preludio della prossima edizione del festival Urban Connection organizzato dall'associazione Mixed Media

 PAOLO CAPEZZUOLI
  • Condividi questo articolo:
  • j

Un campetto da basket, un muro bello largo in sottofondo. E poi Paolo Capezzuoli, in arte Zero-T, artista poggibonsese di fama internazionale che torna nella propria città natale per realizzare un'opera che va a colorare un'altra parte della cittadina, ormai sempre più a vocazione street art.

E' stato il preludio alla prossima edizione del festival Urban Connection, curato dall'associazione Mixed Media. Dopo mesi di restrizioni ed isolamento si torna a vivere gli spazi di aggregazione: un giardino, una panchina, un campetto da basket. Anche i più giovani vengono coinvolti in questo percorso di riappropriazione degli spazi di cui fa parte proprio la street art. Libera voce per chi ha da comunicare qualcosa, fuori da spazi preconfezionati, in cui la possibilità di espressione è ancora limitata a chi sta sul palcoscenico. 

Il murales di Zero-T dipinto nel Borgaccio, proprio all'inizio della strada di fronte alla rotatoria di Salceto, è cucito perfettamente su quella superficie e si abbina in maniera spontanea al contesto 'urban' lì vicino. Libera espressione in libero spazio, un palcoscenico su cui possono salire tutti. Ma proprio tutti.

Potrebbe interessarti anche: Caso Malika, il Codacons annuncia l'esposto in Procura

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie

Pubblicato il 4 luglio 2021

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su