Elsa Lab e Spazio 847: in una settimana realizzate oltre 1.500 mascherine lavabili

Qualche settimana fa l'associazione Elsa Lab in collaborazione con Spazio 847 ha iniziato un progetto per realizzare mascherine da donare ai cittadini enti e associazioni

 COLLE DI VAL D'ELSA
  • Condividi questo articolo:
  • j

"Oggi con la consegna delle ultime mascherine con grande piacere vogliamo ringraziare tutti i volontari che si sono messi a disposizione per riuscire a creare un qualcosa di bello che ci ricorda l'importanza del senso di comunità anche nei momenti difficili".

"In una sola settimana sono state realizzate più di 1500 mascherine lavabili che sono state distribuite a tutti i cittadini e le associazioni che ne hanno fatto richiesta e con le quali abbiamo collaborato. Siamo stati orgogliosi di aiutare enti e corpi d'arma che si sono trovati in difficoltà nello svolgimento delle loro preziose attività. Gli sguardi di gratitudine sono stati il grazie più bello che i volontari hanno potuto ricevere per la loro disponibilità. In questi giorni continua la distribuzione delle ultime mascherine a chi ne ha fatto richiesta, e nei prossimi giorni rimaniamo a disposizione se ci fossero casi di urgenza ed estrema necessità".

"Il nostro grazie più grande però va a loro, le sarte volontarie che si sono messe a disposizione per rendere tutto ciò possibile. Capitanate da Patrizia Belli e Rossella Benini, sono cresciute giorno dopo giorno fino a chiudere la produzione con una squadra completata da Laura Rocchi, Francesca Bocci, Sandra Logi, Sabrina Padula, Oriana Biribe. E poi il grande lavoro dei volontari nella gestione delle richieste, distribuzione, imbustamento, ed ogni dettaglio che ci ha permesso di aiutare così tante famiglie. Speriamo che anche tutti coloro che hanno ricevuto a casa la mascherina si siano sentiti meno soli in questa emergenza, perché ci sarà sempre qualcuno pronto a tendergli la mano, e Colle di val d'Elsa non ha mancato di darne riprova con tantissime iniziative di solidarietà in risposta all'emergenza da coronavirus". 

Potrebbe interessarti anche: Adolescenti e coronavirus: intervista a Matteo Ceccherini

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie 

 

 

Pubblicato il 16 aprile 2020

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su