Emergenza cinghiali a Gaiole in Chianti. Problemi di pubblica sicurezza, il sindaco scrive alla Regione

A distanza di due giorni si sono verificate due incursioni devastanti di un branco di cinghiali nel centro storico del paese, che hanno distrutto completamente i giardini del parco giochi e delle scuole

 GAIOLE IN CHIANTI
  • Condividi questo articolo:
  • j

Emergenza cinghiali a Gaiole in Chianti: a distanza di due giorni si sono verificate due incursioni devastanti di un branco di cinghiali nel centro storico del paese, che hanno distrutto completamente i giardini del parco giochi e delle scuole. Il sindaco è preoccupato per la sicurezza pubblica e scrive alla Regione per chiedere un intervento tempestivo.

“Una situazione insostenibile - afferma il sindaco di Gaiole in Chianti, Michele Pescini - non solo per il decoro urbano ma soprattutto per la sicurezza dei cittadini che sono esasperati e impauriti. Il colpo d’occhio è impressionante: il pratino dei giardini pubblici di Gaiole in Chianti è stato completamente divelto dai cinghiali e adesso appare come un terreno sovesciato dall’aratro. Preoccupa il numero di animali che hanno invaso il centro storico di Gaiole in Chianti, un intero branco, ma preoccupa ancora di più il fatto che siano tornati a distanza di poche ore, perché temiamo che possa diventare per loro un’abitudine. Per questo ho scritto alla Regione Toscana, come previsto dalla Legge 70 del 2019, chiedendo che venga autorizzato un intervento tempestivo. Non possiamo temporeggiare su questa vera e propria emergenza che potrebbe creare situazioni di pericolo per l’incolumità stessa delle persone. Pertanto, confidiamo nella pronta risposta della Regione”.



Potrebbe interessarti anche: Vaccino Covid, hub accessibili senza prenotazione fino al 30 settembre

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie

Pubblicato il 20 settembre 2021

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su