Vivaio Il Roseto

Empoli città longeva: festeggiata un'altra concittadina centenaria, è Bruna Bandini

A portare gli auguri dell’amministrazione comunale, l'assessora Torrini che le ha consegnato un dono floreale e una pergamena ricordo

 BRUNA BANDINI
  • Condividi questo articolo:
  • j

In queste ultime settimane, Empoli ha festeggiato più di una concittadina centenaria e, oggi, domenica 19 giugno 2022, è stata la volta della signora Bruna Bandini di Ponzano.

L’amministrazione comunale, rappresentata dall'assessora al Welfare del Comune di Empoli, Valentina Torrini, ha consegnato alla festeggiata un omaggio floreale e una pergamena ricordo per questo traguardo di vita importante. L’incontro è avvenuto nel corso di una bella festa di compleanno organizzata dai familiari di Bruna, nella sua casa a Ponzano, dove la centenaria vive con la sorella.

La storia di Bruna comincia in una località nel comune di San Gimignano dove nasce, vive la sua giovane età e dalla quale, con la famiglia, si trasferisce destinazione Petroio prima e San Miniato poi. Si sposa nel 1970 e, con il marito, si trasferisce a Empoli, località Ponzano.
Bruna, dopo aver lavorato da contadina e operaia, apre una lavanderia in via Salvagnoli, attività dove lavora fino all’età della meritata pensione. Erano gli anni Ottanta.

«Bruna è donna di tempra forte come lo erano le donne di prima - racconta suo nipote Fabio - erano cinque tra fratelli e sorelle e oggi vive con la sorella 94enne. Lei è mia zia e nonostante i cento anni, resta lei con il suo carattere, le sue abitudini che vorrebbe continuare a portare avanti, i suoi puntigli, il suo modo di essere sempre quell’adorabile brontolona a cui vogliamo un immenso bene».

«Neppure la rottura del femore l’ha fermata - prosegue il nipote - le due sorelle hanno caratteri forti e molto diversi perciò trovare un compromesso non è facile. Battibeccano e restano nelle loro posizioni”. Tanti gli aneddoti che scorrono nella mente del nipote, come quello relativo al fare la spesa alle due sorelle. “Portarle dietro - confida - significa uscire coi carrelli pieni ma, se il giorno dopo chiedi se hanno bisogno di qualcosa, la lista delle cose è così lunga che sembra di non aver comprato niente il giorno prima" - racconta per poi concludere con emozione spiegando che - ogni giorno è per noi una fortuna averle sempre con noi».

Copyright © Valdelsa.net

Potrebbe interessarti anche: Addio a Marco Borgianni: il ricordo commosso del sindaco David Baroncelli per l'artista 'gentile'

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie

Pubblicato il 19 giugno 2022

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su