Empoli, taglio del nastro per l’area sanitaria del Canile di Marcignana

E’ stato ampliata la struttura esistente che si trova in località Marcignana. Il canile municipale custodisce cani randagi, abbandonati o che vengono ritrovati nel territorio Comunale di Empoli. È gestito dall’Associazione Amici Animali Ambiente Gruppo ARCA onlus, i cui volontari si occupano giornalmente del mantenimento, della cura e del benessere dei cani ospitati, nonché della manutenzione della struttura

 
  • Condividi questo articolo:
  • j

Il canile municipale di Empoli ha un nuovo volto: da struttura per il rifugio degli animali è diventato, ormai da qualche settimana, anche un canile sanitario. E’ stato ampliata la struttura esistente che si trova in località Marcignana. Il canile municipale custodisce cani randagi, abbandonati o che vengono ritrovati nel territorio Comunale di Empoli. È gestito dall’Associazione Amici Animali Ambiente Gruppo ARCA onlus, i cui volontari si occupano giornalmente del mantenimento, della cura e del benessere dei cani ospitati, nonché della manutenzione della struttura.

L’opera - L’intervento, progettato dal settore Lavori Pubblici, ha visto un miglioramento dei servizi a disposizione del canile e dei suoi tanti ospiti. Sono stati realizzati un nuovo box per l’accoglienza dei cani, uno spazio apposito per i cuccioli, dotato di riscaldamento, due box sanitari e un ambulatorio veterinario.

Di fatto si è aggiunta un’ala che è adibita, secondo la normativa regionale, a ‘canile sanitario’, dove è possibile l’accoglienza dei nuovi ospiti previo controllo e visita sanitaria direttamente al canile. Questo intervento non incrementa la capienza del canile rifugio, ma lo qualifica ancora di più, perfezionando il percorso di accoglienza degli animali. L’area risponde ai requisiti di accreditamento dei canili sanitari così come richiesto dalla legge regionale toscana n. 59 del 20 ottobre 2009.

Contestualmente al miglioramento della struttura sono stati realizzati anche vialetti di accesso, recinzioni e impianto fognario, elettrico, termico e di adduzione acqua.

Il costo dell’opera è di 39mila euro, equamente finanziati da Comune di Empoli e da Regione Toscana: 19.500 euro a testa.

All’inaugurazione del nuovo ‘canile sanitario’ sono intervenuti Stefania Saccardi, assessore della Regione Toscana al Diritto alla salute; Fabio Barsottini, assessore all'ambiente del Comune di Empoli; Enrico Loretti, referente Igiene Urbana Veterinaria Regione Toscana; Roberto Franceschini, Servizio Veterinario Asl Toscana Centro – Empoli; Maria Teresa Palvarini, presidente dell’associazione Arca e altri volontari dell’associazione.

Saccardi - «E’ sempre una bella occasione partecipare a un’inaugurazione. In questo caso l’orgoglio istituzionale, vedendo il completamento di una bella opera funzionale, finanziata con il concorso economico della Regione Toscana – spiega l’assessore Saccardi – si arricchisce della mia precedente esperienza di assessore del Comune di Firenze, quando ho potuto inaugurare, tre anni fa, il Canile Rifugio Comunale di Firenze, e di quella dell’inaugurazione del Canile Sanitario del Valdarno, nello scorso anno. Al di là delle coincidenze istituzionali, credo che sia concreto il segnale dell’attenzione di questa amministrazione verso aspetti che alcuni considerano minori, come la gestione della popolazione di animali da compagnia nelle nostre città, la loro tutela, il controllo del randagismo.

Non devo star a sottolineare la centralità degli animali, in particolare dei cani, nella nostra società, nel nostro quotidiano. Basti il dato regionale dei 530.000 cani, cittadini a tutti gli effetti della nostra Regione, esseri senzienti connessi strettamente alla vita familiare, ai sentimenti di tante persone.

Siamo di fronte ad una struttura importante, bella e funzionale, come potete vedere, che di fatto è il completamento di un ragionamento comune tra diverse istituzioni, in grado di dare una risposta efficace alle problematiche di gestione degli animali in questa importante parte della Toscana, completando, in una certa misura, il ragionamento intrapreso con la realizzazione del Canile Rifugio, uno dei primi interventi cofinanziati dalla Regione».

Barsottini - «Empoli è una realtà che negli ultimi anni ha sviluppato un'importante sensibilità per la cura degli animali - spiega l'assessore Barsottini -, in particolare per gli amici a quattro zampe, a tal punto da incrementare in maniera significativa la popolazione canina presente su tutto il territorio. Lo stesso impegno quotidiano dell’associazione Arca è una dimostrazione di quanto Empoli ami gli animali. Per noi questo rappresenta, da una parte, un bellissimo segno di civiltà che mira a considerare gli animali da affezione quasi come componenti di molte famiglie e, dall’altra, una sfida per fornire servizi sempre più completi, adeguati e utili a tutti i cittadini e ai proprietari di cani e magari anche a coloro che stanno pensando proprio adesso di accoglierne uno nella propria famiglia.

Sono una prova di questa volontà la realizzazione di questa nuova area al canile comunale, che arriva grazie al contributo importante della Regione Toscana, e il lavoro per un'area sgambatura e di addestramento cani il località Pontorme: tutto questo, finalizzato a garantire un controllo della parte sanitaria del servizio, per attivare sul territorio luoghi di educazione per la corretta custodia e per affermare una nuova organizzazione e gestione degli spazzi ricreativi da destinare ai nostri amici a quattro zampe. in poche parole, molte azioni per erogare un servizio a 360 gradi».

I numeri

In tutta la ex Asl 11 (15 comuni, Unione Empolese Valdelsa + Zona del Cuoio) risultano vivi 34.598 cani.
Nel 2015 sono stati iscritti 3426, nel 2014 sono stati iscritti 3310. Il dato riferito ai cani vivi presenti sul territorio probabilmente è leggermente inferiore perché alcuni proprietari non dichiarano la morte degli esemplari presenti, anche per questo si invitano tutti i cittadini proprietari a farlo.

2015

Dati riferiti al canile Arca di Empoli
Cani entrati (catturati): 154
Riconsegnati al proprietario perché con microchip: 100
Adottati: 56
Presenti in canile al 31/12/2015: 160

Dati riferiti a tutti i canili presenti nella ASL
Cani entrati (catturati): 365
Riconsegnati al proprietario perché con microchip: 211
Adottati: 161

2014

Dati riferiti al canile Arca di Empoli
Cani entrati (catturati): 226
Riconsegnati al proprietario perché con microchip: 111
Adottati: 95
Presenti in canile al 31/12/2014: 182

Dati riferiti a tutti i canili presenti nella ASL

Cani entrati (catturati): 444
Riconsegnati al proprietario perché con microchip: 201
Adottati: 223

Pubblicato il 17 giugno 2016

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su