Equilibro di Bilancio raggiunto a Poggibonsi

ok alla manovra per garantire servizi e investimenti; Sindaco e assessore: "Un Bilancio che prende atto delle difficoltà che ci sono e con cui continuiamo a guardare avanti"

 POGGIBONSI
  • Condividi questo articolo:
  • j

Variazioni approvate a larga maggioranza. Hanno votato si Partito Democratico, Poggibonsi Può, Vivacittà, Civiche Insieme. Voto contrario della Lega.

Equilibro di Bilancio raggiunto attraverso le variazioni discusse e approvate dal Consiglio Comunale del 6 agosto. "Una manovra che si colloca in un anno complesso - ha commentato il sindaco David Bussagli - le previsioni di dicembre scorso hanno dovuto essere riviste in maniera significativa alla luce di quanto provocato dal Covid. Lo abbiamo fatto costruendo un Bilancio che prende atto delle difficoltà che ci sono ma con cui continuiamo a guardare avanti, con progetti e investimenti".

La variazione di Bilancio è stata approvata con i voti positivi di Partito Democratico, PoggibonSi Può, Vivacittà, Civiche Insieme e con il voto negativo del gruppo Lega Salvini Premier. "C'è stato un lavoro intenso fin da marzo - dice l'assessore al Bilancio Susanna Salvadori che ha spiegato l'assestamento - per ridefinire e poter assicurare alla nostra città gli equilibri di bilancio, un passaggio imprescindibile per continuare a garantire servizi e investimenti. Un passaggio in questa occasione non banale vista le diminuzione delle entrate legata al Covid".

La situazione di partenza vedeva infatti sulla parte corrente circa 3 milioni di euro in meno (ad esempio la mancata riscossione dei servizi scolastici ha comportato una diminuzione di 510mila euro dalle previsioni). A fronte di questo segno meno sulle entrate correnti il Bilancio ha registrato anche un segno più sui trasferimenti, in particolare 1,7 milioni di euro erogati dal Governo per l'emergenza Covid a ristoro delle minori entrate. "A queste risorse in più - spiega Salvadori - si aggiungono i risparmi che si sono generati per la sospensione di servizi e manutenzioni e risparmi legati alla rinegoziazione dei mutui. E' stato tuttavia necessario attuare un'operazione di contrazione e razionalizzazione della spesa corrente per recuperare lo sbilancio generato. La situazione è in evoluzione e saremo pronti a recepire le annunciate opportunità. Nel frattempo gli equilibri sono garantiti, i servizi alla persona sono tutelati e continuiamo a guardare avanti anche negli investimenti".

Sul piano delle opere pubbliche infatti la modifica più rilevante è l'anticipazione al 2020 dell'intervento di rigenerazione di via Sangallo per l'avvenuto cofinanziamento regionale. "La strada degli investimenti è quella da percorrere, a livello locale e non solo - dice Salvadori - in questo anno particolarmente complesso abbiamo dovuto posticipare alcune opere e abbiamo comunque un piano dei lavori che per il 2020 supera i 2,3 milioni di euro. La parte da leone è la rigenerazione di via Sangallo con cui prosegue la concretizzazione della nostra idea di città mentre ricordo che, se pur non in questo bilancio perché già finanziate, due importanti opere di edilizia scolastica sono in corso e in fase di avvio, l'adeguamento della Leonardo da Vinci e della scuola di Staggia".

Tornando al Bilancio 2020 fanno parte del piano delle opere pubbliche anche 100mila euro per la manutenzione dei piani viabili, 165mila euro per la sistemazione dell'area a parcheggio in via della Pace, altri interventi di minore entità.
"Un Bilancio - ha chiuso il sindaco - da intendersi in progress in quanto attendiamo le ulteriori e già annunciate scelte del Governo per completare quella copertura che manca, e accompagnare le progettualità in campo. Vi sono impegni che stanno procedendo su edilizia scolastica e sanitaria, sulla rigenerazione della città. C'è un lavoro appassionato anche sotto il profilo delle politiche culturali che prosegue anche con iniziative dal basso come "Ripartiamo". Ci sono azioni promosse con il mondo economico con protocolli partecipati da una molteplicità di attori e vi è un percorso di investimenti sulle infrastrutture, come la variante di Staggia, che prosegue. Un complesso di azioni su cui impegnarsi direttamente o tramite gli enti e soggetti competenti e coinvolti, per guardare e costruire il futuro della nostra comunità".

Potrebbe interessarti anche: San Gimignano: causa Covid manca il 45% di entrate

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie

Pubblicato il 8 agosto 2020

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su