Erasmus +, bilancio positivo per il progetto Frats a Certaldo

In particolare, la scuola dell’infanzia è coinvolta in tale progetto che è basato sull'acquisizione e sviluppo del 'metodo persona doll': metodo che mira al rispetto e all'inclusione, in una società sempre più multilinguistica e necessariamente aperta alle differenze. Grazie all'utilizzo di 'bambole' speciali ('doll' in inglese), adulti e bambini sono stimolati ad affrontare argomenti difficili come il bullismo, la differenza di genere, la disabilità, il dolore, la violenza

 CERTALDO
  • Condividi questo articolo:
  • j

E’ un bilancio più che positivo quello che l’Istituto Comprensivo di Certaldo può fare dell’avanzamento del progetto europeo ERASMUS + “For a Respectful and Tolerant School” (Per una scuola più tollerante e rispettosa) a conclusione del terzo incontro di lavoro che si è svolto proprio a Certaldo dal 14 al 17 ottobre 2019.

In particolare, la scuola dell’infanzia è coinvolta in tale progetto che è basato sull’acquisizione e sviluppo del “metodo persona doll”: metodo che mira al rispetto e all'inclusione, in una società sempre più multilinguistica e necessariamente aperta alle differenze. Grazie all’utilizzo di “bambole” speciali (“doll” in inglese), adulti e bambini sono stimolati ad affrontare argomenti difficili come il bullismo, la differenza di genere, la disabilità, il dolore, la violenza. Un metodo che aiuta a superare i pregiudizi creando empatia e fiducia negli altri. Le insegnanti certaldesi ci hanno lavorato – alternando sessioni di training a sessioni di visite sul territorio – insieme alle partners provenienti dalle scuole CEIP Ginés  Morata, Almerìa Spagna; Ècole Edmond Faure, Francia; Daugavpils pilsetas 11.pirmsskolas izglitibas iestade, Lettonia; Klaipėdos Tauralaukio progimnazija, Lituania. Le delegazioni sono state affiancate dalle insegnanti Sabrina Iacoponi e Susy Formisano, dal dirigente scolastico Fiorenzo Li Volti e dalla sua vice Alda Buti, insieme a tutto il corpo docente del comprensivo, al personale Ata e a quello di segreteria.

Anche le famiglie dei bambini e delle bambine delle scuole dell’infanzia “Alice Sturiale” e “Bruno Ciari” hanno partecipato attivamente, organizzando una cena per gli insegnanti partners e per il personale delle due scuole dell’infanzia, alla quale hanno preso parte anche l’assessore all’istruzione Benedetta Bagni – che ha seguito la delegazione anche dentro le scuole – ed il consigliere comunale con delega ai gemellaggi Lido Orsi, la presidente del Consiglio di Istituto, il Presidente dell’Associazione dei genitori dell’IC di Certaldo, il presidente dell’Associazione per gli scambi interculturali. Hanno partecipato anche l’Azienda Agricola Corbucci di Varna e il Forno Moderno di Certaldo, offrendo loro prodotti; altra realtà che ha collaborato al progetto offrendo prodotti è stata “Siamo alla Frutta”.

Dalla direzione dell’Istituto Comprensivo un ringraziamento generale per l’ottima riuscita dell’evento al personale dell’Istituto stesso, alle le famiglie dei bambini e delle bambine, al Comune di Certaldo e all’Associazione per gli scambi interculturali.

Pubblicato il 29 ottobre 2019

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su