Fanfara a cavallo della Polizia di Stato al Palio di Siena

Assoluta novità quest'anno per il Palio di Siena, la preannunciata presenza della Fanfara a cavallo della Polizia di Stato si esibirà il 29 giugno

 SIENA
  • Condividi questo articolo:
  • j

Dopo due anni di stop è di nuovo pronta la macchina della sicurezza con le misure previste dal Questore di Siena Milone per il Palio del 2 luglio e per le prove. Ieri si è, infatti, tenuto il Tavolo Tecnico, che segue il Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica presieduto dal Prefetto. Alla riunione operativa, hanno partecipato tutti i rappresentanti delle Forze e Corpi di Polizia e degli enti ed aziende interessati alle manifestazioni del Palio, oltre al Rettore del Magistrato delle Contrade.

Il Questore, in apertura della riunione, ha illustrato le misure pianificate per le quattro giornate d’impegno in vista della carriera di sabato, sottolineando che, in linea generale, è confermato il dispositivo adottato nel 2019. Milone, nel rivolgersi al Rettore del Magistrato delle Contrade, ha richiesto la massima collaborazione del mondo contradaiolo, con l’obiettivo comune di garantire la sicurezza di tutti, senesi e turisti.

Le attività preventive a carattere generale e di controllo del territorio, già intensificate nel corso dell’ultimo mese, con particolare riguardo alle zone di confine tra le Contrade rivali, sono state ulteriormente incrementate a partire da domani, in tutto il centro storico ed in periferia, nelle vie di accesso alla città, con attenzione anche alle aree di parcheggio principali. I servizi, coordinati dal dirigente dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura di Siena, coadiuvato da un Ufficiale dei Carabinieri, verranno effettuati con l’impiego di personale dei Reparti Prevenzione Crimine della Polizia di Stato e degli equipaggi dell’Arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza.

Oltre a garantire il regolare svolgimento delle prove e del Palio, l’obiettivo delle attività di controllo, anche a vasto raggio, che vedono l’impiego di personale in abiti civili ed in uniforme, è quello di prevenire e reprimere la commissione di reati contro il patrimonio, come scippi e borseggi e furti negli appartamenti, specie nei periodi in cui sono lasciati incustoditi. Nelle quattro giornate, in tutta l’area limitrofa a Piazza del Campo, massima attenzione verrà rivolta, ai varchi di accesso che saranno vigilati e presidiati dalla Polizia di Stato, dall’Arma dei Carabinieri e dalla Guardia di Finanza, nonché dal personale della Polizia Provinciale e Municipale, con la collaborazione degli steward, per il controllo e filtraggio, anche con i metal detector, delle persone che vorranno entrare.

Coordinate da un Funzionario, le unità cinofile antiesplosivo e gli artificieri antisabotaggio, si occuperanno delle attività di bonifica, dentro la Piazza, nelle aree delle acque piovane e dei bottini sotterranei, prima delle prove e della corsa.  Il dispositivo prevede, inoltre, operatori specializzati delle UOPI della Polizia di Stato e delle SOS dell’Arma dei Carabinieri, unità qualificate per la gestione di situazioni critiche, nonché la squadra di specialisti per eventuali problematiche inerenti i droni. La Polizia Scientifica sarà impegnata per documentare gli eventi ed eventuali criticità che dovessero insorgere durante le manifestazioni.

Sulla Torre del Mangia del Palazzo Pubblico, sarà allestito il Centro Unificato di Coordinamento, alla guida del quale è preposto un Funzionario della Questura e composto da rappresentanti di ciascuna Forza di Polizia e di Pubblico Soccorso, collegati via radio con le loro articolazioni operative, per gestire tutte le informazioni e i profili riguardanti la sicurezza, con una visione diretta sulla Piazza, in occasione delle prove serali e per il Palio del 2 luglio.

Sempre dall’alto verrà attuato un servizio specifico con l’impiego di tiratori scelti sui tetti. Assoluta novità quest’anno per il Palio di Siena, la preannunciata presenza della Fanfara a cavallo della Polizia di Stato, che si esibirà sul tufo subito dopo l’inizio delle operazioni di sgombero della pista, alle ore 19.20 circa, in occasione della prima prova pomeridiana di domani 29 giugno, che segue l’assegnazione dei cavalli alle Contrade.

Copyright © Valdelsa.net

Potrebbe interessarti anche: Estate 2022, a Monteriggioni più di 50 eventi

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie

Pubblicato il 28 giugno 2022

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti