Fattore di potenza: come valutare l’acquisto di lampadine LED

Quando si parla di fattore di potenza, ci si riferisce alla quantità di energia rimandata alla rete elettrica generale. Il calcolo viene fatto dividendo la potenza apparente per la quantità di potenza attiva

 LAMPADINE LED
  • Condividi questo articolo:
  • j

Quando la potenza apparente è rimandata alla fonte, si genera un tipo di corrente detta reattiva; questa è una delle principali cause di inquinamento energetico. Questo discorso non riguarda solo le lampadine, ovviamente, ma qualsiasi apparecchio elettrico che abbia un fattore di potenza e che quindi sia in grado di generare corrente reattiva. Per questo è bene conoscere questo valore, in particolare quando dovete acquistare degli impianti di illuminazione a LED.

Cos’è il fattore di potenza

Il fattore di potenza di una lampadina LED indica, in percentuale, la quantità di energia utilizzata dal sistema elettronico. E’ una misurazione compresa in una scala di valori che va da -1 a +1. L’intervallo a prima vista è molto limitato; ma per quanto il valore numerico sia piccolo, l’impatto può essere importante.

Quando il fattore di potenza è quantificato in + 1, vuol dire che l’efficacia di quel sistema elettronico è pari al 100 per cento, ovvero massima. In sintesi: tutta la corrente elettrica che alimenta il dispositivo stesso viene completamente sfruttata. Quando accade così, tutta l’energia presa dalla lampadina è utilizzata per mantenere attivo il meccanismo di illuminazione.

Ma cosa accade se il valore scende, discostandosi dall’1 per andare verso lo 0 o, peggio, verso valori negativi? In quel caso, si assiste a una diminuzione della prestazione. Tra le conseguenze, aumenta la rapidità del processo naturale di deterioramento di qualsiasi materiale, e quindi potrebbe accorciarsi il ciclo di vita della lampadina LED.

Dispersione di energia

Quando il valore numeri si discosta da 1, indica in pratica la dispersione di energia. Quindi, quando la lampadina LED raggiunge il valore +1, è a un livello massimo di efficienza. Tutta l’energia assorbita è trasformata in energia luminosa.

La corrente reattiva

Come detto, il fattore di potenza riguarda tutti i dispositivi funzionanti a energia elettrica. Capita però, più spesso che con altri prodotti, che quelli illuminanti LED abbiano un fattore di potenza inferiore ad 1; il valore può discostarsi anche in maniera rilevante, per esempio arrivando a 0,3. In questo caso, la potenza definita apparente - quella che è rinviata alla rete - è superiore a quella attiva, ovvero usata per l’illuminazione. Questo accade perché l’energia elettrica assorbita da una lampada LED è maggiore rispetto a quella necessaria alla lampada stessa.

La soluzione

Cosa fare quindi? Scegliere prodotti di qualità; per le lampadine a LED, significa trovare articoli con un fattore di potenza pari almeno a 0,7. Con  l’aumento della diffusione dell’illuminazione LED, aumenta la possibilità di scontrarsi con uno scarso fattore di potenza. In realtà, le conseguenze non sono direttamente visibili in bolletta, perché il consumo dichiarato coincide con quello effettivo.

Per ridurre i costi indiretti, causati da un fattore di potenza basso, ecco che è necessario valutare questo dato al momento dell’acquisto. Come detto, il valore consigliato è da 0,7 a salire.

Cosa implica il fattore potenza di un LED

Una lampadina a incandescenza da 100 watt con fattore di potenza 1 preleva 0,45 ampere di corrente. Una lampadina LED da 25 watt, sempre con fattore di potenza 1, utilizza solo 0,11 ampere. Quindi, a parità di valore 1, i LED garantiscono prestazioni di gran lunga superiori rispetto a prodotti a incandescenza.

Alimentatori

Diversamente dalle lampadine alogene, i LED funzionano con corrente continua. La tensione di rete, invece, è a corrente alternata; ecco che è necessario l’uso di un alimentatore. Questi elementi, chiamati anche driver, costituiscono il nucleo funzionante della lampadina, la cui prestazione è quantificato proprio dal valore del fattore potenza. Un driver che funziona bene si avvicina molto a  +1, ma si può già considerare ottimo un fattore di potenza pari a 0,80.

Acquistare i prodotti migliori

Oltre a un buon progetto di base, un impianto di illuminazione con buone prestazione deve puntare su prodotti di qualità. Potete fare la vostra scelta sul sito Lampadadiretta.it, leader europeo nel commercio online di prodotti di illuminazione LED.

Ogni articolo è accompagnato da una dettagliata descrizione e una scheda tecnica, affinché il cliente possa essere autonomo al momento degli acquisti. Il Servizio clienti è comunque sempre disponibile, per consigliare e supportare nella scelta dei prodotti.

Lampadadiretta.it è una società con 25 anni di esperienza nel settore del LED. Offre un team di esperti capaci di creare il progetto migliore per ogni ambiente, tenendo in considerazione qualità del prodotti, convenienza nell’acquisto e nel consumo, ed eco-sostenibilità a favore del pianeta. I materiali dei prodotti sono tutti 100 per cento riciclabili.

Potrebbe interessarti anche: Il David di Michelangelo vola a Dubai per l'Expo

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie

Pubblicato il 19 aprile 2021

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su