Festa a Barberino Val d'Elsa per Beato Davanzato, l'eroe medievale che abitò Semifonte

Tornano i festeggiamenti che ogni cinque anni vestono il paese a festa per rendere onore a Beato Davanzato. Un eroe del Medioevo che tra il 1202 e il 1290 abitò l'antica città di Semifonte e, dopo la sua distruzione da parte delle truppe fiorentine, sopravvisse al crollo dell'edificio e si trasferì nel castello di Barberino.

  • Condividi questo articolo:
  • j

Anche quest'anno particolarmente ricco il programma dei festeggiamenti organizzato dalla Propositura di San Bartolomeo con il contributo del Comune di Barberino Val d'Elsa che per il 24 agosto vedono tradizioni religiose mescolarsi a iniziative popolari.

Prima di degustare i piatti della migliore gastronomia locale con l'immancabile cena "da porta a porta" organizzata per le vie del paese (ore 20.30) ci si potrà immergere nel clima della festa patronale di San Bartolomeo Apostolo assistendo alla celebrazione della Santa Messa presieduta dall'arcivescovo di Firenze, il cardinale Silvano Piovanelli (ore 18.30). 

Domenica 6 settembre la tradizionale processione per le vie del paese con l'urna contenente il corpo del Beato Davanzato concluderà le celebrazioni. Il Beato Davanzato è venerato nella Chiesa di San Bartolomeo a Barberino Val d'Elsa. La testa del Beato è situata all'interno di una scultura eseguita da Pietro Tacca nel 1630 circa e custodita nella Chiesa di Santo Stefano al Ponte a Firenze.

Pubblicato il 26 agosto 2015

  • Condividi questo articolo:
  • j
Torna su