Fioretto a squadre Under 14, gara nazionale a Colle con oltre 500 atleti

«Come al solito, il livello delle iscrizioni è molto alto - ha detto alla conferenza stampa Paolo Azzi, Vice Presidente Federazione Italiana Scherma -. Questa è una gara che piace, secondo me una gara che ha un grande valore formativo, perché gareggiare a squadre a quell'età è una cosa assolutamente importante dal punto di vista educativo: si impara a stare insieme, si impara a vincere e a perdere insieme e ad aiutarsi. Quindi ha una valenza secondo me molto grande sul futuro»

Commenti 0
  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Per il secondo anno consecutivo, torna a Colle di Val d'Elsa una competizione nazionale di scherma, ovvero il Grand Prix Kinder + Sport di Fioretto a squadre Under 14, organizzato dal Club Scherma Val d’Elsa A.S.D. L'appuntamento è per sabato 9 e domenica 10 marzi nel PalaFrancioli.

La scelta della città non è casuale. Colle infatti è una delle 29 città toscane ad essere Partner FIS, che significa promuovere il territorio e la disciplina sportiva, una sinergia che fa bene alla scherma e ai comuni che vi aderiscono. Sono attesi circa 550 atleti in 151 squadre, 200 tecnici e 50 arbitri: si stima una presenza di oltre mille persone.

«Come al solito, il livello delle iscrizioni è molto alto - ha detto alla conferenza stampa Paolo Azzi, Vice Presidente Federazione Italiana Scherma -. Questa è una gara che piace, secondo me una gara che ha un grande valore formativo, perché gareggiare a squadre a quell'età è una cosa assolutamente importante dal punto di vista educativo: si impara a stare insieme, si impara a vincere e a perdere insieme e ad aiutarsi. Quindi ha una valenza secondo me molto grande sul futuro». 

«Conosco Stefano e Luca (Murana, rispettivamente presidente e consigliere ndr) da molto tempo e so l'impegno che ci mettono, so la fatica che si fa a organizzare una cosa del genere e mi pare importante il fatto che questa sia una seconda edizione di una gara nazionale - ha aggiunto Domenico Cassina, Presidente del Comitato Regionale Toscana FIS -. Questa è una cosa molto importante: vuol dire che si sono trovate le condizioni per avere una location adeguata, un'organizzazione adeguata e quindi questo conferma il successo dell'apparato organizzative e della fiducia che la Federazione ha dato per questa cosa».

«Possiamo dire che negli ultimi anni, grazie anche al Club Scherma di Colle, abbiamo avuto la possibilità di accogliere sul campo numeri così alti. E' fondamentale la ricaduta sul territorio - ha concluso il Lodovico Andreucci, Vice Sindaco di Colle Val d’Elsa -. Mi piace sottolineare però un altro aspetto importante, ovvero che, per quello che ho potuto vedere, la famiglia è diventata parte dell'associazione. A volte si sente dire che si toglie tempo alla famiglia per fare volontariato all'interno di un'associazione, qui no, è successo esattamente il contrario. Noi come Amministrazione creiamo le basi per cui le associazioni si possano sviluppare sotto un profilo educativo».

Pubblicato il 8 marzo 2019

  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Lascia un commento

Ho preso visione dell'informativa privacy
  * Acconsento

In relazione al trattamento dei miei dati personali, relativamente alle finalità di Marketing diretto mediante invio di materiale informativo e/o pubblicitario mediante email o newsletter, strumenti di messaggistica o telefono
  Acconsento

Torna su