Flash mob a Colle, la danza in protesta

In Piazza Arnolfo e davanti alla Porta Nova per chiedere di poter tornare a ballare il più presto

 COLLE DI VAL D'ELSA
  • Condividi questo articolo:
  • j

«Ora Basta», «Noi Esistiamo», «Vogliamo Danzare», queste sono alcune delle frasi del Flashmob che si è tenuto sabato primo maggio a Colle di Val d’Elsa organizzato dalla scuola di danza Dance Group 2000.

Allievi, insegnanti, genitori ed amici della scuola colligiana si sono ritrovati prima davanti alla Porta Nova e poi in Piazza Arnolfo, per una manifestazione, nel rispetto di tutte le disposizioni in materia di anti-contagio, a «suon di musica», per sostenere la cultura ed in particolare la danza, che da oltre un anno è ferma.

«Gli allievi si sono dovuti mettere davanti ad uno schermo per troppi mesi, se hanno voluto continuare a studiare danza - ha affermato Nadia Lazzi, direttrice della scuola - quindi adesso basta, vogliamo tornare a danzare nella nostra scuola, visto che molte altre attività già lo stanno facendo. La cultura deve essere rispettata, perché fa parte della nostra storia e per questo oggi siamo scesi nella nostra città in più di sessanta persone, per far vedere che non vogliamo più essere dimenticati. I ballerini hanno bisogno di tornare ad esprimere i loro sentimenti ed emozioni e per questo devono poter tornare a svolgere la loro arte».

I luoghi della manifestazione non sono stati casuali, i danzatori si sono esibiti in due punti importanti di Colle, proprio per unire la storia, la cultura e la bellezza all’arte della danza.

La scelta del primo maggio, non è casuale, viene dal fatto che in questa settimana si è svolta la Giornata Internazionale della Danza e quindi il Flashmob è voluto essere una celebrazione per commemorare questo evento, come hanno fatto in molte altre piazze in Italia.

Lodovico Andreucci

Potrebbe interessarti anche: Blackout a Colle: intervento di E-Distribuzione per rialimentare le utenze

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie

Pubblicato il 4 maggio 2021

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su