Franceschelli presidente della provincia di Siena. Eletto con il 62% delle preferenze

«Un risultato positivo e per nulla scontato visto che sulla carta il Pd era collocato sotto al 55% - commenta il consigliere regionale Simone Bezzini - Segno che Franceschelli è riuscito a catalizzare su di sé il consenso di altre forze di centrosinistra e di parti importanti di movimenti civici. Una lezione che ci dovrebbe guidare verso il 2019 spingendoci a costruire alleanze civiche, sociali e democratiche in tutti i comuni. Ora Silvio, a cui faccio le mie congratulazioni, è atteso da un compito importante: guidare un ente che vive ancora una fase di transizione e che allo stesso tempo deve dare risposte ai cittadini e ai territori»

  • Condividi questo articolo:
  • j

Si sono chiuse alle 23 di ieri sera le urne per la votazione del nuovo Presidente della Provincia. I votanti sono stati 355, sui 458 di aventi diritto. A vincere il candidato di centro sinistra Silvio Franceschelli, sindaco di Montalcino, con il 62% dei voti ponderati di sindaci e consiglieri comunali, che ha battuto il primo cittadino di Siena Luigi De Mossi.

«Un risultato positivo e per nulla scontato visto che sulla carta il Pd era collocato sotto al 55% - commenta il consigliere regionale Simone Bezzini - Segno che Franceschelli è riuscito a catalizzare su di sé il consenso di altre forze di centrosinistra e di parti importanti di movimenti civici. Una lezione che ci dovrebbe guidare verso il 2019 spingendoci a costruire alleanze civiche, sociali e democratiche in tutti i comuni. Ora Silvio, a cui faccio le mie congratulazioni, è atteso da un compito importante: guidare un ente che vive ancora una fase di transizione e che allo stesso tempo deve dare risposte ai cittadini e ai territori. Come ho avuto modo di ribadire più volte, negli anni scorsi, sulla questione province, sono stati commessi tanti errori e ci sono state molte sottovalutazioni. Ora è tempo di dare loro un assetto stabile alla governance e di definirne con chiarezza le competenze allocando risorse adeguate per le funzioni da svolgere». 

 

Pubblicato il 1 novembre 2018

  • Condividi questo articolo:
  • j
Torna su