Cybermarket Web Agency

Gears 5, ritorna il capostipite dei giochi che ha reinventato il genere "spara tutto"

In questo quinto episodio la Terra è sempre alle prese con l'invasione delle locuste

 ALESSIO GASPARRI
  • Condividi questo articolo:
  • j

Il capostipite dei giochi che ha reinventato il genere di spara tutto in terza persona, ritorna in questo quinto episodio.

La terra è sempre alle prese con l’invasione delle locuste mentre l’esercito difensivo umano, la COG, è impegnata con il piano di rimettere in funzione la loro arma piu potente: “il martello dell’alba”.

Uscito a fine 2019, la versione da me giocata è la single player per personal computer.

Lo spettacolo offerto è di alto livello.

Il motore di gioco “unreal engine” è stato spremuto fino all’osso per portare sullo schermo un bellissimo spara tutto in terza persona.

Questa volta vestiremo i panni del personaggio femminile: Diaz, alle prese con gli incubi di un ipotetico legame con l’invasione delle mollusche.

Il principale aspetto della campagna single player sta nell’averlo trasformato, per ben due capitoli, in un mondo aperto dove siamo liberi di scorrazzare ed esplorare alla ricerca di potenziamenti e missioni secondarie.

La campagna di gioco non è lunghissima, l’ho terminata in due settimane senza nemmeno tanta costanza.

Ma devo ammettere, che una volta capite le meccaniche, tutto è diventato assai divertente.

Uno dei pregi di questo gioco sta nell’aver dato un’ottima trama ad un gioco che si limita solo a spargere tanto piombo.

I dialoghi divertentissimi in italiano durante le fasi concitate, o durante i vari spostamenti, sono molto spassosi e più di una volta mi hanno strappato un sorriso.

La giocabilità è ottima anche se le tattiche di gioco spesso si ripetono e poche sono le varianti.

Siamo di fronte ad un gioco dove il suo scopo principale è farci sparare !!

Le armi non sono tantissime ma è interessante vedere com’è il loro comportamento nelle fasi di battaglia.

Il Lancer è rapido ma ha una capienza di proiettili limitata oltre a non fare molto danni.

Altre invece si comportano all’incontrario e sta a noi fare le giuste scelte.

A darci una mano anche il robot Jack, un’intelligenza artificiale che ci offre protezione ed aiuti extra.

Esteticamente Gears è bellissimo.

Ci vuole un pc bello potente per farlo girare a modo anche perché i dettagli sono tantissimi.

Gears 5 non tradisce le aspettative e diverte.

Non prende il massimo dei voti per la scarsa varietà di gioco ma indubbiamente è una bellissima esperienza ludica. Ottimo.

VOTO: 8

Alessio Gasparri

 

Potrebbe interessarti anche: Il regista Matteo Garrone riporta sul grande schermo Pinocchio

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie

Pubblicato il 28 giugno 2020

  • Condividi questo articolo:
  • j
Torna su