Giochi e divertimento per bambini con la Befana dei Vigili del Fuoco

Torna l'appuntamento con la vecchina più simpatica del mondo e i Vigili del Fuoco. Due eventi in Val d'Elsa dedicati ai più piccoli, all'insegna dei giochi e del divertimento

Commenti 0
  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

A Poggibonsi

I pompieri di Poggibonsi sono infatti pronti per accogliere la Befana che scenderà dall'alto. Il tradizionale appuntamento tornerà anche quest'anno a Poggibonsi al distaccamento dei vigili del fuoco di Campostaggia dall'alto con tanti doni per i bambini presenti. L'appuntamento è per sabato 6 gennaio 2018, a partire dalle ore 15.30. Il ricavato sarà devoluto al Canile UNA di Poggibonsi.

Inoltre, l'iniziativa è l'occasione perfetta per una visita guidata e gratuita alla struttura, conoscendo meglio l'attività che svolge.

A Empoli

Per la prima volta Empoli ospiterà la ‘Befana dei Vigili del Fuoco’. Il Comune di Empoli, in stretta collaborazione col Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Firenze e il Distaccamento di Empoli presenta l’evento che si svolgerà nel pomeriggio di sabato 6 gennaio, a partire dalle 17, in Piazza Farinata degli Uberti. Si tratta della ‘prima’, una edizione sperimentale che vede anche il sostegno della ditta dolciaria fiorentina Fallani Caramelle, con sede al Terrafino di Empoli, proprio a due passi dal distaccamento dei pompieri di Empoli.

Un appuntamento nuovo per i tanti bambini che vorranno partecipare con le proprie famiglie e trascorrere una Befana sicuramente diversa. La Befana si calerà dal campanile della Collegiata di Sant’Andrea, quindi camminerà su uno dei tetti della Propositura, poi con la scala scenderà in Piazza Farinata degli Uberti. A seguire la tradizionale consegna ai bambini dei dolcetti. L'evento vede la collaborazione del Proposto Don Guido Engels e della Compagnia di Sant’Andrea che organizza annualmente il Volo del Ciuco, oltre all'assocazione Centro Storico di Empoli.

È prevista anche la presenza di mezzi dei Vigili del Fuoco non solo per soddisfare la curiosità di bambine e bambini, ma anche per promuovere il messaggio istituzionale, che è insito nel Corpo Nazionale,  ovvero essere vicino alla città ed al cittadino, diffondendo la consapevolezza e la conoscenza di tecniche importanti per l’autoprotezione.

Pubblicato il 3 gennaio 2018

  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Lascia un commento

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy
  * Sì, acconsento

Torna su