Giornata internazionale dei migranti, a Poggibonsi la mostra fotografica "NoiSiamoSoloAndata"

Venerdì 18 dicembre alle ore 18, in occasione della Giornata internazionale dei migranti, presso la sala dell’amicizia, in piazza San Giuseppe a Poggibonsi, verrà presentato il progetto fotografico NoiSiamoSoloAndata, un lavoro che nasce dall’incontro di un giovane fotografo locale, Alessio Duranti, con i beneficiari del progetto SPRAR, il Sistema di Protezione per Rifugiati e Richiedenti Asilo che nel nostro territorio ha come capofila la Provincia di Siena e come enti partner i cinque Comuni della Valdelsa, il Comune di Siena, l’Asl 7 e la Fondazione Territori Alta Valdelsa e come gestore l’Arci Regionale

Commenti 0
  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Venerdì 18 dicembre alle ore 18, in occasione della Giornata internazionale dei migranti, presso la sala dell’amicizia, in piazza San Giuseppe a Poggibonsi, verrà presentato il progetto fotografico NoiSiamoSoloAndata, un lavoro che nasce dall’incontro di un giovane fotografo locale, Alessio Duranti, con i beneficiari del progetto SPRAR, il Sistema di Protezione per Rifugiati e Richiedenti Asilo che nel nostro territorio ha come capofila la Provincia di Siena e come enti partner i cinque Comuni della Valdelsa, il Comune di Siena, l’Asl 7 e la Fondazione Territori Alta Valdelsa e come gestore l’Arci Regionale. 

«Il lavoro che presenterò è il frutto di un progetto congiunto di Arci Provinciale di Siena e sistema Sprar. Il titolo che ho scelto per questo progetto – dice Alessio Duranti - è la conclusione di un poesia di Erri De Luca che fa riflettere sulla migrazione che molte persone compiono: "Noi siamo solo andata" ovvero non abbiamo possibilità di ritorno, possiamo solo andare altrove, avanti. L’idea che sta alla base del progetto fotografico è quella di restituire , con un linguaggio diverso dalle parole, il senso e gli obiettivi del progetto SPRAR, un sistema che può funzionare, che non crea ghetti, che offre un'idea di integrazione partendo dalla scuola e quindi dalla lingua, un sistema che segue i beneficiari nei vari aspetti burocratici, che cerca di integrare e non di escludere».


Il progetto SPRAR di cui è titolare la Provincia di Siena e partner i comuni della Valdelsa, il Comune di Siena, l’Arci di Siena, L’Asl 7, la FTSA e soggetto gestore l’Arci Regionale Toscano è finanziato dal Ministero dell’Interno, in collaborazione con l’ANCI, attraverso l’emanazione di un bando di durata triennale (2014-2016) ed ospita 21 beneficiari che vivono in piccoli appartamenti nei Comuni di Colle Val d’Elsa, San Gimignano e Poggibonsi.

Lo SPRAR prevede la messa a disposizione di un servizio strutturato di accoglienza integrata per richiedenti e titolari di protezione internazionale o umanitaria che superano la sola distribuzione di vitto e alloggio, prevedendo in modo complementare anche misure di informazione, accompagnamento, assistenza e orientamento, attraverso la costruzione di percorsi individuali di inserimento socio-economico.

Pubblicato il 18 dicembre 2015

  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Lascia un commento

Ho preso visione dell'informativa privacy
  * Acconsento

In relazione al trattamento dei miei dati personali, relativamente alle finalità di Marketing diretto mediante invio di materiale informativo e/o pubblicitario mediante email o newsletter, strumenti di messaggistica o telefono
  Acconsento

Torna su