Lamm Lavorazioni Metalliche

Giorno della Memoria, la commemorazione a Poggibonsi

Domani, giovedì 27 gennaio alle 16, deposizione della corona alla targa posta sulle scale vicino al Politeama

 POGGIBONSI
  • Condividi questo articolo:
  • j

Poggibonsi celebra il Giorno della Memoria, ricorrenza internazionale per ricordare la Shoah e le vittime dell’Olocausto istituita per Legge il 27 gennaio, data simbolica in cui nel 1945 si realizzò la liberazione da parte delle truppe sovietiche del campo di concentramento di Auschwitz. “Non dobbiamo dimenticare mai quell’orrore - dice l’assessore alla cultura Nicola Berti - è nostro dovere coltivare la memoria, ricordare e riflettere su quanto accaduto e sugli insegnamenti che questa giornata porta con se. Insegnamenti necessari sempre affinchè quel che è accaduto non possa ripetersi più”.

Ed ecco che domani, 27 gennaio alle 16, in collaborazione con la sezione locale dell’Anpi, sarà deposta una corona d’alloro presso la targa commemorativa che si trova in prossimità delle scalette che collegano via Trento con piazza Berlinguer, vicino al teatro Politeama. Una targa che è stata apposta nel 2008 in occasione della partenza di circa seicento persone, fra studenti e cittadini valdelsani, con il treno della memoria per Auschwitz-Birkenau.

Il “Giorno della Memoria” in ricordo dello sterminio e delle persecuzioni del popolo ebraico e dei deportati militari e politici italiani nel campi nazisti è stato istituito dal Parlamento Italiano con legge 211 del 20 luglio 2000. L’articolo 1 recita: “La Repubblica italiana riconosce il giorno 27 gennaio, data dell’abbattimento dei cancelli di Auschwitz, "Giorno della Memoria", al fine di ricordare la Shoah (sterminio del popolo ebraico), le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subìto la deportazione, la prigionia, la morte, nonché coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio, ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati”.

Potrebbe interessarti anche: Bambino aggredito a calci e sputi perché ebreo

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie

Pubblicato il 26 gennaio 2022

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su