Giovane uccisa a Poggibonsi, la Cgil di Siena: «La violenza non va mai giustificata»

«Purtroppo è nuovamente accaduto anche nella nostra provincia, a Poggibonsi: si è consumato quello che a meno di una smentita dalle indagini in corso risulta essere un femminicidio in piena e tragica "regola". Solita situazione: compagno, fidanzato, marito, amante, chi dovrebbe capirti, darti forza, sostenerti, ti annienta». Comincia così la nota stampa della Cgil di Siena, in merito alla tragedia avvenuta due notti fa in Val d'Elsa

 
  • Condividi questo articolo:
  • j

«Purtroppo è nuovamente accaduto anche nella nostra provincia, a Poggibonsi: si è consumato quello che a meno di una smentita dalle indagini in corso risulta essere un femminicidio in piena e tragica "regola". Solita situazione: compagno, fidanzato, marito, amante, chi dovrebbe capirti, darti forza, sostenerti, ti annienta». Comincia così la nota stampa della Cgil di Siena, in merito alla tragedia avvenuta due notti fa in Val d'Elsa.

«Speriamo - aggiunge - che venga fatta velocemente chiarezza per consegnare alla giustizia chi si è macchiato di così grande ferocia, una ferocia che ogni giorno non manca di mettere in pericolo le donne, giovani, meno giovani, straniere o italiane».

«La Cgil di Siena e il suo Dipartimento Pari Opportunità - si legge infine - condannano duramente, senza se e senza ma, ogni pensiero, parola, comportamento ed atto che possa minimizzare, giustificare ed incitare all'odio e alla violenza di genere, come lo abbiamo sempre fatto in modo trasversale. Noi non ci stiamo, e non ci arrenderemo mai!».

Pubblicato il 13 novembre 2016

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su