Girogustando: ecco com'è andata a San Gimignano

Un servizio atipico, senza posti assegnati per i commensali, che sono stati piuttosto invitati a confondersi e conoscersi tra loro. Un mood salottiero, in linea con la filosofia della Locanda di Sant'Agostino: ne è nata un’atmosfera decisamente conviviale e godibile, apprezzata anche dal Sindaco di San Gimignano, Andrea Marrucci, presente all'evento, che ha apprezzato il ritorno della manifestazione nell'antico borgo

 SAN GIMIGNANO
  • Condividi questo articolo:
  • j

Ritorno eccezionalmente mite e gradevole per Girogustando a San Gimignano. In una serata dalle temperature decisamente superiori alle medie stagionali, il pubblico dei menu a 4 mani ha potuto godere del suggestivo scenario di piazza Sant’Agostino per assaporare un nuovo incontro tra cuochi d’Italia, secondo la formula firmata Confesercenti che già aveva animato la città turrita in passato (l’ultima volta, 8 anni fa). Così la Locanda di Sant’Agostino ha accolto il ristorante La Vite di Bibbiena, servendo apprezzati  pici al ragù o stufato di manzo al vino rosso. 

Un servizio atipico, senza posti assegnati per i commensali, che sono stati piuttosto invitati a confondersi e conoscersi tra loro. Un mood salottiero, in linea con la filosofia della Locanda di Sant’Agostino: ne è nata un’atmosfera decisamente conviviale e godibile, apprezzata anche dal Sindaco di San Gimignano, Andrea Marrucci, presente all’evento, che ha apprezzato il ritorno della manifestazione nell’antico borgo. E a fine serata, a disposizione del pubblico le Giro-navette elettriche, due autoveicoli Nissan ad impatto zero predisposte da Tosoni auto, con le quali chi ha voluto ha potuto fare più breve e comodo ritorno ai propri mezzi parcheggiati fuori le mura.

Altri dettagli su www.girogustando.tv.

Pubblicato il 24 ottobre 2019

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su