Green pass in Toscana, Giani su Facebook: ''Dal 1 ottobre nessuna scusa per i non vaccinati''

In arrivo un provvedimento a fine settembre, intanto il governatore toscano lancia un appello ai medici di famiglia per convincere gli indecisi

 TOSCANA
  • Condividi questo articolo:
  • j

Regole più stringenti e probabilmente una nuova ordinanza che potrebbe essere firmata dal governatore toscano a partire dal 1 di ottobre. Eugenio Giani commenta i rumors delle ultime ore in merito a vaccini e green pass a L'Aria che tira, su La7: "Si tratta di un provvedimento che assumerà dal 1 di ottobre - spiega Giani - da qui ad allora vedremo cosa verrà fatto a livello nazionale. A me quello che interessava ora era enunciare il principio - ha affermato - vaccinatevi tutti ora, perché quando arriveremo al 30 settembre noi prenderemo provvedimenti più restrittivi di quello che avviene anche a livello nazionale. Libera scelta sul vaccinarsi: ma chi non si vaccina stia a casa, non venga a contagiare una comunità che in modo responsabile si è vaccinata". Più tardi Giani si è rivolto ai cittadini toscani in diretta Facebook per charire la propria posizione in merito al green pass.

La variante delta è diventata molto più frequente tra i più giovani, si è adattata anche al caldo insinuandosi portando anche in Toscana 4.880 contagi a settimana due settimane fa. In  questo contesto mi sono sentito di dare un annuncio per dare l’ultimo rush finale per la campagna vaccinale. Entro il 30 settembre dobbiamo vaccinare almeno l’80% della popolazione: in questo mese è necessario stimolare tutti a fare il vaccino. Non c’è più nessuna scusa adesso per vaccinarsi: oggi sono stati 25.000 a presentarsi negli hub”.

Oggi siamo addirittura quarti per numeri di vaccinazioni di prima dose ma è evidente che abbiamo bisogno della collaborazione di tutti. Saremo apertissimi ad aiutare tutti a vaccinarsi da qui al 30 settembre. Dal 1 ottobre non ci saranno più scuse ed i non vaccinati saranno sempre più interessati a partecipare alla vita pubblica. Chi non riesce a capire che ha dei doveri nei confronti della comunità è bene che non contribuisca a contagiare gli altri”.

Intanto, da oggi è in vigore il libero accesso agli hub regionali per tutti i cittadini fino ai 79 anni, con la possibilità di poter effettuare il vaccino anche con Pfizer e Moderna per gli over 60.

Potrebbe interessarti anche: Vaccinazioni: l’Asl Toscana sud est supera l'80 per cento

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie

Pubblicato il 30 agosto 2021

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su