Guida alle elezioni: come votare e l'elenco di tutti i candidati in Val d'Elsa

Domenica 4 marzo 2018, dalle ore 7.00 alle ore 23.00, si svolgeranno le elezioni per il rinnovo della Camera dei Deputati e del Senato della Repubblica. Saranno chiamati alle urne tutti i cittadini italiani, uomini e donne, che hanno raggiunto la maggiore età. Per votare al Senato è necessario aver compiuto venticinque anni. Per esercitare il proprio diritto di voto è necessario presentarsi al seggio indicato sulla propria tessera elettorale muniti di un documento di identità e della tessera stessa

Commenti 0
  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Domenica 4 marzo 2018, dalle ore 7.00 alle ore 23.00, si svolgeranno le elezioni per il rinnovo della Camera dei Deputati e del Senato della Repubblica. Saranno chiamati alle urne tutti i cittadini italiani, uomini e donne, che hanno raggiunto la maggiore età. Per votare al Senato è necessario aver compiuto venticinque anni. Per esercitare il proprio diritto di voto è necessario presentarsi al seggio indicato sulla propria tessera elettorale muniti di un documento di identità e della tessera stessa.

Sul sito di ciascun Comune troverete le informazioni utili su dove si trovano i seggi, come ritirare la tessera elettorale, come votano le persone diversamente abili.

Le novità

Per la prima volta verrà messa in atto la nova legge elettorale, detta "Rosatellum" dal nome del suo ideatore Ettore Rosato, che introduce nel nostro paese un sistema misto, proporzionale e maggioritario: circa un terzo dei seggi tra Camera e Senato sarà eletto in scontri diretti nei collegi uninominali, e i restanti due terzi saranno eletti con sistema proporzionale. Una delle novità, forse la più evidente, è quella del "tagliando antifrode". Una volta entrato nel seggio, l'elettore riceverà una scheda con un codice identificativo rimovibile, che sarà apposto nel registro accanto al nome dell'elettore. Una volta espressa la sua preferenza, l'elettore consegnerà la scheda chiusa al presidente di seggio, il quale, dopo aver controllato che il codice corrisponda a quello annotato sul registro, rimuoverà il tagliando con il codice, in modo da eliminarne ogni tracciabilità, e inserirà la scheda nell'urna. Anche questo è un cambiamento: sarà il presidente di seggio a inserire la scheda nell'urna, non più l'elettore.

Troveremo di nuovo i nomi sulle schede: i candidati nei collegi uninominali saranno evidenziati da un riquadro rettangolare, sotto al quale saranno presenti i simboli delle liste che lo appoggiano. Accanto a ciascun simbolo, i candidati ai proporzionali (da un minimo di 2 a un massimo di 4).

Attenzione: Non bisogna scrivere preferenze, ma semplicemente barrare con una x il simbolo del partito scelto. Il voto disgiunto viene considerato nullo: non è possibile quindi barrare con una croce il nome di un candidato e con un'altra croce un partito che non lo sostiene. E' possibile invece barrare il rettangolo contenente il nome del candidato del collegio uninominale e il simbolo del partito della lista che lo sostiene (in questo caso il voto è valido per il partito scelto e il candidato collegato del collegio uninominale).

Quali sono i candidati in Val d'Elsa

Su questo sito è possibile digitare il nome del propio comune di residenza per scoprire i candidati e le liste, oltre ai ruoki aziendali e istituzionali che hanno ricoperto in passato e che ricoprono oggi.

 

Pubblicato il 27 febbraio 2018

  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Lascia un commento

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy
  * Sì, acconsento

Torna su