Halloween: maxi sequestro della Finanza di circa 1.400 articoli potenzialmente pericolosi

Halloween, come noto, è una festività di origine anglo-sassone che da anni sta avendo grande seguito anche in Italia, e che nonostante le limitazioni imposte dalle norme anti-contagio ne impediscano i festeggiamenti, vede sempre più esercizi commerciali porre in vendita articoli a tema destinati, soprattutto, ai più piccoli

 SIENA
  • Condividi questo articolo:
  • j

Ed è proprio a tutela di questi ultimi che i finanzieri hanno intrapreso questa operazione di servizio eseguita nel capoluogo presso un esercizio commerciale a gestione cinese. All’interno dello stesso, infatti, sono stati rinvenuti prodotti riconducibili alla “notte delle streghe” privi di marcatura CE e, in taluni casi, completamente sprovvisti di qualsivoglia etichettatura che ne permettesse di apprezzare le caratteristiche. 

L’operazione si è conclusa con il sequestro amministrativo di circa 1.400 articoli, una sanzione pecuniaria di euro 5.000 e la segnalazione alla locale Camera di Commercio. 

L’attività proseguirà con l’obiettivo principale di risalire l’intera filiera produttiva, per impedire il commercio dei prodotti non genuini ed insicuri che, immessi in vendita a prezzi decisamente bassi in virtù della scarsa qualità dei materiali utilizzati, mettono in pericolo la salute dei consumatori ed alterano le regole del mercato e della leale concorrenza, andando a penalizzare i commercianti onesti, rispettosi delle normative in vigore. 

Tale risultato conferma ancora una volta il costante presidio attuato dai finanzieri senesi a tutela della collettività, coerentemente alle linee di indirizzo impartite dall’autorità di vertice del Corpo, oltre che la sempre più marcata vocazione sociale della Guardia di Finanza, sempre più polizia sociale, completamente protesa verso il cittadino onesto e l’impresa regolare che protegge, tutela e rassicura.

Potrebbe interessarti anche: L'ultimo saluto della città a Don Giorgio

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie

Pubblicato il 27 ottobre 2020

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su