I Comici Ritrovati in 'Il Tamburino Magico'

Sabato 29 febbraio 2020 alle 16,00 appuntamento con 'Leggieri d'Inverno'

 SAN GIMIGNANO
  • Condividi questo articolo:
  • j

Quest'anno la compagnia de I Comici Ritrovati presenta due appuntamenti dedicati a grandi e piccini ispirati alla raccolta di testi teatrali 'A Teatro con Gianni Rodari". «Ho sempre creduto - spiegava Rodari - che se avessimo in cento città italiane cento teatri per bambini, tante discussioni teoriche sarebbero superate di colpo, nell'interesse dei bambini e del teatro».

Sotto i riflettori troviamo la compagnia amatoriale dei Comici Ritrovati. Nata nel 1997 per volontà di un piccolo gruppo di persone. «Da allora - raccontano Cledy Tancredi e Silvia Serchi - molti sono gli spettacoli andati in scena, passando da testi della tradizione popolare a quelli più contemporanei, fino ad un lavoro scritto dai Comici stessi. Al loro attivo anche un libro della compagnia dal titolo "Ritrovarsi Comici".
"Leggieri d'Inverno", per la direzione artistica di Tuccio Guicciardini e Patrizia de Bari, è promossa dall'Associazione Giardino Chiuso, con il sostegno del Comune di San Gimignano, Regione Toscana e in collaborazione con Fondazione Fabbrica Europa.

Le parole dei direttori artistici

«Anche quest'anno - spiegano i direttori artistici - a causa della chiusura del Teatro dei Leggieri per adeguamenti strutturali, la stagione Leggieri d'Inverno emigra in altri luoghi della città di San Gimignano e diventa la stagione errante di teatro e danza. Con ospitalità di spettacoli di teatro e danza, incontri, performance, corsi e laboratori riguardanti il teatro. La proposta culturale di Leggieri d'Inverno, che ha una durata di circa cinque mesi, varia dall'ospitalità di eventi a laboratori didattici e incontri con artisti, progetti di residenza e attività nelle scuole del Comune di San Gimignano».

Giardino Chiuso, già riconosciuta dalla Regione Toscana come Residenza Artistica, dal 2016 fa parte della Fondazione Fabbrica Europa per le arti contemporanee che vince il bando di accreditamento della Regione Toscana, come Ente di rilevanza regionale dello spettacolo dal vivo con sede in San Gimignano. Un ruolo teso alla valorizzazione e diffusione della creazione contemporanea attraverso l'esplorazione dei linguaggi artistici volti allo sviluppo di esperienze interdisciplinari, a livello locale e sul territorio toscano in relazione con un più ampio contesto nazionale e internazionale.

La programmazione sarà articolata in diversi progetti: ospitalità di spettacoli, progetti per i bambini e collaborazione con le scuole, progetti rivolti ai giovani, teatro amatoriale e promozione del pubblico.
La presentazione della stagione secondo i direttori artistici, Tuccio Guicciardini e Patrizia De Bari - "In ogni comunità che si rispetti Il Teatro è una di quelle istituzioni che non può essere assente o malconsiderata. Il Teatro nella nostra società odierna è uno dei pochi luoghi dove l'incontro e lo scambio di idee vengono inevitabilmente impreziositi, in cui si creano connessioni tra esseri umani non virtuali, dirette e senza intermediazione di alcunché".

"Pertanto, nel nostro contemporaneo, sta riacquistando quella importanza che ha sempre avuto nella storia, riappropriandosi di un ruolo reazionario e moderno nel vivere civile. Sfortunatamente la nostra città ha il suo teatro in attesa di esser riaperto per lavori e messa in sicurezza. Aspettiamo fiduciosi e speranzosi la sua riapertura in tempi brevi, chissà, magari già per la prossima stagione 2021! Ma, grazie alla volontà dell'Amministrazione comunale e dell'Assessore alla Cultura Carolina Taddei, la stagione Leggieri d'Inverno, giunta alla sua XVIII edizione, anche per quest'anno sarà errante, e porterà il teatro in vari luoghi della città: Musei Civici, Biblioteca Comunale, Torre e Casa Campatelli, Centro Il Bagolaro, Palazzo della Propositura, La Rocca Wine Experience, Convento di Sant'Agostino, Sala Tamagni, Scuola di Musica Il Pentagramma".

"Tutti ben contenti di ospitare i "pellegrini" del pensiero, della parola e del movimento. Segno importante per consolidare la nostra comunità e per amplificare il pensiero che soffia sulle coscienze. Arriveranno, in questa stagione 2020, artisti come Marco Baliani, Marta Cuscunà, Zaches Teatro, la compagnia Adarte, il cantautore Ninè Ingiulla e la poetessa Giulia Martini oltre che alla compagnia di casa Giardino Chiuso. Faranno da corollario le sempre interessanti letture curate da Marco Lisi e lo storico gruppo di teatro amatoriale I Comici Ritrovati. Presteremo molta attenzione, come da nostra vocazione consolidata negli anni, alle scuole e a tutti i ragazzi del nostro circondario con due spettacoli pensati appositamente per loro. Quindi, anche per quest'anno, il Geco è con la valigia pronto ad aprirla e farne uscire magicamente storie e racconti, musica e danza, con l'augurio che dalla prossima stagione possa ritornare a casa nel bellissimo Teatro dei Leggieri".

"Il Palcoscenico è lo spazio dove è ancora possibile elaborare domande, mettere in gioco le contraddizioni, aprire varchi alle utopie" Roberto Guicciardini.
Biglietteria e prevendita Pro Loco San Gimignano - Piazza Duomo 1, San Gimignano Tel. 0577 940008 / fax 0577 940903 info@sangimignano.com - www.sangimignano.com

Informazioni utili 

Biglietti: Intero € 10,00 - Ridotto € 8,00 (over 65, soci Coop Centro Italia, clienti librerie convenzionate, iscritti corsi LUS - Libera Università di San Gimignano, soci AUSER San Gimignano, allievi scuole di danza e teatro) - Ridotto € 5,00 (ragazzi da 11 a 18 anni, studenti universitari, Leggieri Giovani) - Ridotto € 3,00 (bambini fino a 10 anni).

Associazione Giardino Chiuso. Piazza S. Agostino, 4 - 53037 San Gimignano (SI) www.giardinochiuso.com - info@giardinochiuso.com tel./fax +39 0577 941182 .

Potrebbe interessarti anche: Percorsi didattici alla mostra Hinthial

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie 

Pubblicato il 28 febbraio 2020

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su