Vivaio Il Roseto

'I Gatti di Poggibonsi': l'associazione che si prende cura dei mici randagi sul territorio

L'Associazione ''I Gatti di Poggibonsi'' O.D.V. nasce formalmente nell'ottobre 2019 dalla volontaà di un gruppo di persone, già operanti nel settore, di creare una realtà che avesse come obiettivo prioritario quello di contribuire a risolvere il problema del randagismo felino nel nostro territorio

 I GATTI DI POGGIBONSI
  • Condividi questo articolo:
  • j

L’Associazione “I Gatti di Poggibonsi” O.D.V. nasce formalmente nell’ottobre 2019 dalla volontà di un gruppo di persone, già operanti nel settore, di creare una realtà che avesse come obiettivo prioritario quello di contribuire a risolvere il problema del randagismo felino nel nostro territorio.

Dalla sua nascita, l’associazione ha contribuito attivamente al recupero, alla cura e infine all’adozione di diversi gatti randagi, a seguito delle segnalazioni dei cittadini, collaborando con le altre ass.ni operanti sul territorio e convenzionate con il comune di Poggibonsi. Inoltre ha provveduto, grazie alle donazioni private, alla cura e sterilizzazione di numerose gatte e gatti. Ci siamo dotai di alcuni locali dove grazie ai nostri volontari abbiamo potuto salvare numerosi cuccioli, facendoli adottare e salvandoli da morte certa.

Dal 1/1/2022 abbiamo effettuato una convenzione con il comune di Poggibonsi per gestire le colonie feline del territorio e i gatti di tutto il territorio comunale. A fronte del lavoro svolto sino ad oggi, si è resa ancora più fondamentale l’esigenza di creare un parco felino, ovvero uno spazio protetto in cui tenere gatti randagi in attesa di adozione o difficilmente adottabili e che, situati in colonie, non potrebbero sopravvivere. A tal fine, l’associazione si è posta come obiettivo la nascita di un parco-oasi felino, identificando con il Comune di Poggibonsi un terreno nel quale nei prossimi mesi iniziare a dare vita a questo progetto.

Gli obiettivi che abbiamo cercato di perseguire fino ad adesso e che sempre più cercheremo di raggiungere in futuro, con il supporto dell’oasi felina, riguardano:

CIBO E CURE: consentire ai gatti che non appartengano a colonie feline censite e per i quali non sia stato ancora possibile giungere ad affido, di avere una soluzione diversa dall’immissione nella colonia felina più vicina al punto dell’avvenuto ritrovamento del soggetto garantendogli così la possibilità di trovare rifugio e sostentamento in una struttura comunque protetta;

ADOZIONI: facilitare l’affido dei soggetti recuperati e ristabiliti, se non già appartenenti a colonie feline formalmente censite nelle quali, in tal caso, andranno ricollocati;

INFORMAZIONI: lo scopo del progetto non è solo la tutela e la salvaguardia dei gatti ma anche quello di promuovere iniziative per educare ed informare i cittadini, grandi e piccoli per ciò che concerne la gestione e la tutela degli animali, prevenire il fenomeno del randagismo, facendo partecipare attivamente tutta la cittadinanza.

Laura Bassi  

Copyright © Valdelsa.net

Potrebbe interessarti anche: Cai, domenica con la ramazza per pulire la Montagnola

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie

Pubblicato il 27 marzo 2022

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su