Vivaio Il Roseto

I media nemici della pace? Se ne parla con Giulietto Chiesa e Fulvio Scaglione al Tignano Festival

Le relazioni internazionali, la guerra e la pace sono spesso governate da interessi che esulano dalla realtà “vera”, con conseguenze nefaste per i destini dell'uomo

 
  • Condividi questo articolo:
  • j

Giovedì 6 luglio alle ore 21:15 al 30° Tignano Festival per l'Ambiente e l'Incontro tra i Popoli l'incontro dibattito “I media nemici della pace?”. Il dominio delle élite internazionali e del mercato e il conseguente potere dei media mainstream che governa l’opinione di massa manipolano la realtà, le coscienze e cambiano la percezione e gli scopi delle persone? Riflessioni sul rapporto tra giornalismo e conflitti mondiali. Le relazioni internazionali, la guerra e la pace sono spesso governate da interessi che esulano dalla realtà “vera”, con conseguenze nefaste per i destini dell'uomo. La speranza risiede nei pochi e coraggiosi giornalisti e media indipendenti della rete internet. Lo scontro tra realtà percepita e realtà “vera” è quotidiano. Ma il futuro dell'uomo dipende dalla verità, da conoscenze autentiche e non può essere basato sulle menzogne.

L’incontro sarà moderato dalla giornalista Maria Cristina Carratù de La Repubblica. Ingresso libero.

I protagonisti della serata

Giulietto Chiesa (nella foto in alto) è nato ad Acqui Terme (Al) il 4 settembre 1940. E’ giornalista dal 1979, quando entra a L'Unità come redattore. Dal 1980 al 1990 è corrispondente da Mosca per l'Unità. Negli anni ’90 ha collaborato con quasi tutte le testate televisive italiane, con "Radio Svizzera Internazionale", "Radio Vaticana", la"Bbc-World Service" in lingua russa, i canali televisivi russi ORT, RTR e NTV e "Deutsche Welle". È apparso su "Rai News 24" e in diversi programmi RAI, tra cui "Primo Piano" della Rete 3. Negli ultimi anni è stato ripetutamente invitato a Omnibus su La 7. E’ autore di libri di storia, cronaca e reportage sull'Unione Sovietica e sulla Russia. Nel 1999-2000 ha fondato "Megachip-Democrazia nella Comunicazione", un'associazione che si occupava di analisi critica del funzionamento del mainstream mediatico. Dalla fine degli anni ’90 ha cominciato a seguire i problemi della globalizzazione, e in particolare dei suoi effetti sul sistema mediatico mondiale. Ha collaborato con la rivista di geopolitica "Limes" e con vari giornali e canali televisivi russi. È stato commentatore politico di "Russia Today". All'immediata vigilia dell'attacco americano all'Iraq ha promosso - insieme a un nutrito gruppo di giornalisti volontari - l'esperimento di tv satellitare indipendente "No War Tv". Nel 2007 il Festival Internazionale del cinema di Roma ha ospitato il film "Zero, inchiesta sull'11 settembre" realizzato da un gruppo di lavoro promosso da Giulietto Chiesa.Nel 2008, insieme a un nutrito gruppo di giornalisti, scrittori, intellettuali riuniti attorno a Megachip, ha dato vita a Pandora Tv, esperimento di televisione indipendente, autofinanziata dai suoi spettatori, su più piattaforme (www.pandoratv.it). In questi anni ha affrontato il rapporto con i social network e oggi si colloca tra i primi dieci bloggers politici italiani.

Fulvio Scaglione (nella foto in basso) è nato nel 1957 ed è giornalista professionista dal 1983. Dal 2000 al 2016 è stato vice-direttore del settimanale “Famiglia Cristiana”, di cui nel 2010 ha varato l’edizione on-line. E' stato corrispondente da Mosca, ha seguito la transizione della Russia e delle ex repubbliche sovietiche, poi l’Afghanistan, l’Iraq e i temi del Medio Oriente. Ha pubblicato “Bye Bye Baghdad” (Fratelli Frilli Editori, 2003) e “La Russia è tornata” (Boroli Editore, 2005), “I cristiani e il Medio Oriente” (Edizioni San Paolo, 2008), “Il patto con il diavolo” (Rizzoli, 2016). Continua a collaborare con Famiglia Cristiana ma anche con Avvenire, Eco di Bergamo, Limes, EastWest, e online con Occhi della guerra, L’Inkiesta, Micromega, Eastonline e Terrasanta.Net.

Per informazioni: www.tignano.it

Come raggiungere il Castello

Da Barberino Val d’Elsa, Tavarnelle Val di Pesa o San Donato in Poggio seguire le indicazioni stradali per Castello di Tignano. 

Pubblicato il 5 luglio 2017

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su