Il belcanto delle colline, un'estate lirica nel Chianti

L'aria che tira nel Chianti è una calda esplosione di note che entra nel vivo questa settimana e farà eco fino a settembre negli spazi e nei luoghi storici dei Comuni dell'Unione del Chianti fiorentino

 
  • Condividi questo articolo:
  • j

Musica, armonie e territorio: la grande bellezza del Chianti è dedicata a chi ama farsi sedurre dalla lirica e dalla classica, oltre che dal vino e dal buon vivere campagna. E' l'asso della manica che l'Unione dei Comuni del Chianti fiorentino sfila e impiatta sul tavolo dell'offerta culturale di questa estate per rendere ancora più attraente il proprio brand, già affermato sui mercati turistici, attrarre e intrattenere cittadini e visitatori con proposte di grande qualità artistica. L'aria che tira nel Chianti è una calda esplosione di note che entra nel vivo questa settimana e farà eco fino a settembre negli spazi e nei luoghi storici dei Comuni dell'Unione del Chianti fiorentino, territorio di eccellenza ricco di risorse e tesori culturali. Da Mozart a Verdi, da Haydn a Puccini il vento dell'estate chiantigiana soffia nei borghi, nelle pievi, nei palazzi e nei castelli di Barberino Val d'Elsa, Greve in Chianti, San Casciano e Tavarnelle Val di Pesa. «E' il segno unitario e condiviso di una maestosa vitalità culturale - dichiarano i sindaci Giacomo Trentanovi, Paolo Sottani, David Baroncelli, Massimiliano Pescini - che prende vita attraverso un cartellone di eventi, concerti e spettacoli caratterizzati dalla grande passione per il live ambientato in alcuni dei palcoscenici naturali e storico architettonici tra i prestigiosi del territorio. Investire sulla cultura nel Chianti con proposte di qualità è possibile anche grazie alla preziosa collaborazione delle tante associazioni del territorio».

A Barberino Val d'Elsa, territorio che dal 2004 si fregia del marchio di qualità turistico-ambientale Bandiera Arancione, è tempo di Linari Classic. Nato nel 2003 da un'idea dell'australiana Airdrie Armstrong, il festival internazionale di musica classica propone un ciclo di appuntamenti in alcuni dei luoghi più suggestivi del Chianti. L'Unione comunale del Chianti Fiorentino sostiene la sedicesima edizione della rassegna, spazio privilegiato in cui si esprimerà il talento di giovani musicisti, di diverse nazionalità, che eseguiranno un concerto al Castello della Paneretta il 29 luglio nella località Monsanto. L'antica fortificazione, costruita intorno ad una torre d'avvistamento nel tredicesimo secolo, ospiterà il The Nash Ensemble of London. Info: www.unionechiantifiorentino.it.

Pubblicato il 25 luglio 2016

  • Condividi questo articolo:
  • j
Torna su