Il calcio di Serie A femminile della Florentia prende casa a San Gimignano

«La nostra convinzione è che per emozionare il pubblico non basteranno solo i risultati sportivi e la qualità del gioco - ha detto il presidente Tommaso Becagli -. Il calcio femminile deve essere di più: può diventare un simbolo della rottura delle barriere che ancora oggi segnano il cammino delle donne, può testimoniare responsabilità sociale e solidarietà verso la propria comunità, può costruire un calcio fondato sulla sostenibilità e sulle emozioni»

Commenti 0
  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

La notizia ufficiale è stata data ieri, ma già da mesi erano in corso le trattative perché diventasse possibile. La Florentia, società di calcio femminile in Serie A, ha preso casa a San Gimignano con l'obiettivo di costruire una solida comunità a sostegno di un progetto che deve accompagnare le atlete a un traguardo storico.

La Coppa del Mondo di calcio femminile fa ancora parlare di sé, ha spalancato gli occhi di molti sull'altra faccia del calcio, quella finora quasi sconosciuta o presa poco in considerazione. In questo contesto nasce la Florentia San Gimignano.

«La nostra convinzione è che per emozionare il pubblico non basteranno solo i risultati sportivi e la qualità del gioco - ha detto il presidente Tommaso Becagli -. Il calcio femminile deve essere di più: può diventare un simbolo della rottura delle barriere che ancora oggi segnano il cammino delle donne, può testimoniare responsabilità sociale e solidarietà verso la propria comunità, può costruire un calcio fondato sulla sostenibilità e sulle emozioni. Solo se il calcio femminile sarà capace di rappresentare tutto questo potrà fare la differenza».

Il verde e il nero andranno ad affiancare il rosso e il bianco, i colori della Florentia. Domani, mercoledì 17 luglio, la presentazione.

«Benvenuta Florentia San Gimignano: una nuova e bella sfida con il coinvolgimento di tutti i sangimignanesi per i valori positivi dello sport e del calcio femminile», commenta sui social il vice sindaco Niccolò Guicciardini.

La storia

Tutto è cominciato, come si legge sul sito ufficiale, dalla passione del presidente Tommaso Becagli e dall'esperienza di un gruppo di persone innamorate di questo sport. Tommaso rimase colpito dalla tenacia di una giocatrice che, nonostante il brutto colpo in volto in contrasto che la costringeva a bordo campo mentre le sue compagne  erano in inferiorità numerica, non vedeva l'ora di tornare in partita.

Nell'ottobre del 2015, durante la gara d'esordio in Coppa Toscana, la squadra femminile si portò a casa un bel 2-1, nonostante avesse disputato la partita con delle giocatrici di categoria superiore. Poi è arrivato il campionato in Serie D con 24 vittorie su 24 partite.

L'anno successivo sarebbe già bastato riconfermarsi nella stessa categoria, ma la Florentia fa di più: vince la Coppa Toscana, la Coppa Italia Regionale e il Campionato di Serie C, passando a buon diritto in B.

Il 2017/2018 è l'anno della promozione in Serie A, con la terza promozione consecutiva in tre anni.

Pubblicato il 16 luglio 2019

  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Lascia un commento

Ho preso visione dell'informativa privacy
  * Acconsento

In relazione al trattamento dei miei dati personali, relativamente alle finalità di Marketing diretto mediante invio di materiale informativo e/o pubblicitario mediante email o newsletter, strumenti di messaggistica o telefono
  Acconsento

Torna su