Vivaio Il Roseto

Il Calcio Uisp Empoli Valdelsa pone le basi per la ripresa delle attività ufficiali

Roberto Cellai: "Invito le società a confrontarsi quanto prima sulle misure anti-Covid con gestori ed enti proprietari degli impianti".

 EMPOLESE VALDELSA
  • Condividi questo articolo:
  • j

L’emergenza epidemiologica da Covid-19 e l’attuale situazione sanitaria non consentono al Comitato Uisp Empoli Valdelsa di stabilire una data certa per l’inizio dei tornei nella prossima stagione. Sebbene persista, inevitabilmente, l‘incertezza legata alla ripresa delle attività agonistiche, sospese dal marzo scorso, il responsabile della Struttura di Attività Calcio Uisp Empoli Valdelsa Roberto Cellai invita sin d‘ora le associazioni sportive a porre le basi per programmare la prossima stagione, organizzandosi per individuare gli spazi nei quali svolgere gli allenamenti e preparandosi a disputare le partite.

 "Le disposizioni contenute nell’ultimo Dpcm del 07 agosto non hanno, sostanzialmente, modificato le linee guida sanitarie e le norme precauzionali da osservare in vista della ripresa delle attività – dice Roberto Cellai – tuttavia, in questa fase, è importante che le società sportive si mettano nelle condizioni di attuare le misure di prevenzione per gli sport di contatto previste dai Dpcm e dalle ordinanze regionali. In particolare, dovranno curare la formazione di dirigenti e atleti, e predisporre un protocollo riguardante i corretti comportamenti da tenere, prima, durante e dopo gli allenamenti e le gare“. 

Per Roberto Cellai si tratta pertanto di individuare in tempi brevi l’impianto nel quale svolgere la propria attività, confrontandosi con i gestori e con gli enti proprietari, in modo da informarsi adeguatamente sulle norme da osservare per il corretto utilizzo dell’impianto sportivo. “In questo senso è auspicabile un diretto intervento da parte degli enti proprietari – prosegue Roberto Cellai –  gli amministratori locali devono offrire risposte chiare e tempestive, sia dal punto di vista organizzativo, favorendo una più agevole fruibilità degli impianti da parte delle associazioni sportive, sia dal punto di vista economico“. 

Un elemento significativo riguarda il lievitare dei costi che, se posto interamente a carico di utenti o gestori degli impianti, rischia di compromettere la permanenza sul territorio di un’attività che non riguarda solo i tanti appassionati di calcio amatoriale ma riveste un ruolo fondamentale per la tutela della salute e per l’intero tessuto sociale del circondario. “ Il contenimento dei costi e l’introduzione di forme di sostegno economico da parte degli Enti, nei confronti di coloro che, come i gestori degli impianti, devono adoperarsi per le sanificazioni e gli adeguamenti a tutte le misure anti-Covid previste dai Dpcm, sono aspetti di fondamentale importanza per salvaguardare la pratica sportiva sul nostro territorio“. 

Resta il nodo relativo alle responsabilità, a oggi, attribuite ai presidenti delle associazioni sportive ma, qualora queste possano essere gestite con relativo impegno, chiarezza e semplicità, e gli sviluppi futuri legati alla curva epidemiologica lo consentano, la SdA Calcio Uisp Empoli Valdelsa si farà trovare pronta per la ripresa ufficiale delle attività. Nel frattempo, il prossimo 3 settembre 2020, è già stato convocato il gruppo di lavoro per mettere a punto le Norme di Partecipazione alla stagione sportiva 2020-2021. Esse riguarderanno le discipline di Calcio a 11, Calcio a 7 maschile e Calcio a 5 femminile. Nei giorni successivi alla sosta estiva, le società interessate potranno, nel frattempo, effettuare gratuitamente una pre-iscrizione fiduciaria ai prossimi tornei organizzati dal Comitato Uisp Empoli Valdelsa. 

Potrebbe interessarti anche: Caccia, oggi si possono ritirare i tesserini

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie 

Pubblicato il 18 agosto 2020

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su