Lamm Lavorazioni Metalliche

Il Carnevale a Siena e dintorni nel nuovo libro di Stefania Pianigiani

“Siena, la grande Dolcezza” è il nuovo libro della giornalista e scrittrice Stefania Pianigiani che, in meno di un mese, si è classificato tra primi libri più venduti in Toscana

 STEFANIA PAINIGIANI
  • Condividi questo articolo:
  • j

“Siena, la grande Dolcezza” è il nuovo libro della giornalista e scrittrice Stefania Pianigiani che, in meno di un mese, si è classificato tra primi libri più venduti in Toscana. Con un’introduzione storica di Maura Martellucci, edito da Betti Editrice, narra di un viaggio a tutto tondo nel mondo dei dolci della tradizione di Siena, arricchito da racconti divertenti, piccoli gialli gastronomici, interviste a pasticceri e appassionati golosi e ricette.

“Semel in anno licet insanire”è un detto latino sul Carnevale che vuol dire “Una volta l’anno è consentito esagerare” e allora basta una bella passeggiata, come spiega Stefania: “Le vie di Siena si preparano a profumare di ciambellini, cenci e frittelle di riso, perché sta per arrivare il Carnevale”. Una festa assai sentita, dove tutti corrono a leccarsi le dita, per via della golosa ricetta dei ciambellini di Carnevale dello chef stellato Senio Venturi del ristorante L'Asinello, per i curiosi aneddoti sui cenci di Jacopo Rosati, per la bontà delle tradizionali frittelle di riso del Savelli in Piazza del Campo, fino alla bizzarra storia di Mariolina Pannolenci, conosciuta anche come la regina dei Cenci.”.

L’ironia e il tono giocoso sono intrisi in ogni pagina: “E’ importantissima l’ironia, non bisogna mai prendersi troppo sul serio. Infatti, quasi tutti i racconti che introducono le ricette, sono divertenti e riescono a strappare un sorriso. L'ironia è un ingrediente fondamentale nel mio quotidiano.”. Per esempio, nel racconto delle Copate Nere è davvero esilarante il comportamento della faina che ruba le arnie… 

Allo stesso tempo, acuti e sbarazzini i passaggi in cui le frasi si trasformano in rime: “I Cavallucci di Siena o degli Abbracci che rendono felici le persone e mandano via tutti i malacci.”.

Il libro è frutto di un lavoro di studio e di ricerca durato oltre un anno e mezzo che Stefania ha condotto con l’orgoglio di chi vuole tramandare la storia e le tradizioni della sua terra, così come spiega: “Noi siamo italiani, si cresce tra cultura e tradizione. Beni preziosi che ci devono accompagnare in ogni istante. Siena, vive 365 giorni l’anno nella storia, tutto è legato a date ed eventi. Tradizioni che si tramandano da generazioni, secolo dopo secolo, e che sono tuttora il collante di questa città.”.

Le ricette del libro hanno vari livelli di difficoltà, dai più laboriosi Ricciarelli, al Lattaiolo Senese, che: “Con quattro ingredienti mette tutti i golosi sull’attenti!”. Un libro davvero per tutti: ”Perché la dolcezza non ha limiti di età, coinvolge tutte le persone. E ci ricorda che, se una persona ha un sogno, ci deve credere fino alla fine.”.

Il libro è disponibile nelle librerie e online qui

 NOTE SULL’AUTRICE

Stefania Pianigiani, è una giornalista e scrittrice, nata a Siena e cresciuta a Gaiole in Chianti. Da sempre è appassionata di fiori e piante, e questa sua passione si è negli anni trasformata in un lavoro. Una “giardiniera” che crea giardini e mantiene aiuole, tra i luoghi più belli del Chianti e delle Terre di Siena. Grazie a questi suoi interessi, nel 2009 ha aperto il suo blog “La finestra di Stefania”, che tratta di piante e fiori ed è da sempre attento al territorio e alla sua bellezza. Ha collaborato per alcuni anni con il mensile Toscana & Chianti News, e nel 2012 è diventata giornalista pubblicista. Iscritta all'Ordine dei Giornalisti della Toscana, oggi si divide tra natura ed enogastronomia. Oltre a collaborare con il food Magazine Agrodolce, è coautrice insieme a Sabrina Somigli del libro di Appetiti Estremi edito da Ara Edizioni, ha scritto l'Ebook “Enogastrogiardinaggio, legami tra piante da giardino, cucina e vino”  per il “Portale del Verde” e ha partecipato al libro curato da Silvia Ceriegi “Giro d'Italia in 70 Picnic”, con il racconto dedicato al “Roseto di Nervi”, per Betti Editrice.

Con un diploma di Sommelier in tasca, oggi si divide tra  la realizzazione e la manutenzione di alcuni  giardini tra i più belli della Toscana,  lo scoprire nuove realtà enogastronomiche in giro per l'Italia, e la scrittura sul suo blog www.lafinestradistefania.it.  

Copyright © Valdelsa.net

Potrebbe interessarti anche: Nasce in mezzo alla bufera di neve con l'aiuto del 118

 

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie

Pubblicato il 24 gennaio 2023

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su