Diba

Il Grand Tour Val di Merse sarà il primo percorso permanente cicloturistico in Italia attento alla sicurezza del ciclista

Terre di Casole Bike Hub e Grand Tour Val di Merse insieme per una Toscana virtuosa

 TOSCANA
  • Condividi questo articolo:
  • j

Il Valore della Bicicletta

Mai come quest’anno si è scoperto il valore della bicicletta. In modalità urban, slow, green permette una mobilità sostenibile e la scoperta dei territori e dei tanti gioielli nascosti che vantiamo nella nostra regione garantendo un distanziamento naturale di sicurezza. Ma è altrettanto vero che la distanza di sicurezza va rispettata anche sulle strade, sensibilizzare gli automobilisti è fondamentale per diminuire le vittime che ogni giorno si registrano in Italia.

E’ questo il messaggio della campagna salvaciclista iniziata da Paola Gianotti nel 2014 al suo rientro dal Giro del Mondo, durante il quale è stata investita da una macchina che le ha rotto la quinta vertebra cervicale. Insieme a lei Marco Cavorso, padre di Tommy ucciso nel 2010 a 14 anni investito da una macchina e Maurizio Fondriest, campione mondiale di ciclismo,  cosiccome in Toscana si è impegnato anche  l’ex ciclista professionista Daniele Bennati.

Il Giro di Toscana di Paola Gianotti

Il Giro di Toscana di Paola Gianotti ha preso il via il 12 settembre , 6 giorni e 900 km toccando i 35 comuni che hanno aderito alla sua ‘chiamata’ per installare i cartelli sulla sicurezza del ciclista sulla strada.

Il Tour proseguirà a Casole d’Elsa il 14 settembre per la cerimonia di installazione dei cartelli con i comuni virtuosi del Grand Tour Val di Merse, protagonisti i Sindaci di Casole d’Elsa, di Radicondoli, di Monticiano, di Murlo, di Chiusdino e di Sovicille, tutti accomunati dalla volontà di fare del proprio percorso cicloturistico un’eccellenza italiana.

Il 17 Settembre Paola ed il suo team percorreranno in bicicletta l’intero percorso di 173 km ricevendo dagli stessi Sindaci l’Attestato al Valore, brevetto istituito nel 2020 per coloro che percorrono l’intero percorso acquisendone i valori fondanti del territorio che li ha accolti, basati sull’ambiente, amicizia e rispetto.

Il Grand Tour Val di Merse – afferma il Direttore di Toscana Promozione Turistica – è un esempio lungimirante di come il prodotto bike non sia la semplice disponibilità di infrastrutture, ma per un turismo sempre più evoluto, richieda la disponibilità di servizi di accoglienza che siano anche in totale sicurezza. Il messaggio ai bikers nazionali e internazionali è: venite in val di Merse e potrete godere della bellezza infinita senza preoccupazioni. Si conferma la cultura di sempre per una accoglienza straordinaria e sicura.

Il Grand Tour Val di Merse nasce nel 2011, è un percorso permanentemente segnalato e aggiornato con servizi migliorativi anche di recente realizzazione come alcune panchine multifunzione e centraline di ricarica elettrica per le, sempre più numerose, ebike.    Il percorso oltre ad essere segnalato per tutti i 172,8 km permette di avere la traccia gpx direttamente scaricabile per i propri supporti o di stamparla. E’ completato da una guida turistica cartacea che accompagna il visitatore nelle tante attrazioni, museali e culturali oltre che naturalistiche del territorio.

Il Terre di Casole Bike Hub nasce nel 2016 abbinando un’accorglienza bike friendly a 360 gradi dall’ospitalità ai servizi, all’impegno della pubblica amministrazione per il mantenimento dei persorsi.

Già nel 2016 come primo segno evidente sul territorio vengono installati cartelli di sensibilizzazione stradale , invitando a ridurre la velocità ed a condividere la strada.

E’ il primo bike hub in Italia e la bike destination nel cuore della Toscana, nata sul territorio del comune di Casole d’Elsa esteso per circa 150 kmq, ma che in maniera naturale si estende ai comuni limitrofi di San Gimignano, Volterra, Radicondoli, Monteriggioni, Sovicille e Monticiano, Chiusdino e Murlo.

Potrebbe interessarti anche: Incidente a Castelfiroentino, soccorso un 80enne

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie

Pubblicato il 16 settembre 2020

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su