Il Medioevo rivive a San Gimignano con la Ferie delle Messi

Un percorso emotivo di colori ed esibizioni che si susseguiranno dal venerdì pomeriggio e che giungeranno al massimo splendore la domenica pomeriggio con il Corteo delle Messi, composto da circa cinquecento figuranti che attraverseranno le vie della città e la Giostra dei Bastoni, gara a cavallo tra i campioni delle quattro Contrade, il cui scopo è di colpire un elmo con un bastone al termine del tracciato

Commenti 0
  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Il Medioevo rivive a San Gimignano il 17-18-19 giugno con la Ferie delle Messi, manifestazione storico-medievale che trae origine dalle Ferie Messium, stabilite con rubriche statutarie dal titolo De Ferriis Ponendis del 1255, con le quali si festeggiavano gli abbondanti raccolti.

I Cavalieri di Santa Fina intratterranno i presenti con la musica dei Tamburi e delle Chiarine, le esibizioni degli sbandieratori, le coreografie dell’ensemble Medioevo in Danza e le dimostrazioni e la didattica di falconeria a cura della Falconeria Maestra.

I popoli delle quattro Contrade della città, San Giovanni, Piazza, Castello e San Matteo compongono la scenografia della festa e la animeranno con le gare di tiro alla fune tra gli uomini, la gara della treccia tra le fanciulle, la gara di tiro con l’arco per concludere la domenica con la Giostra dei Bastoni.

Un percorso emotivo di colori ed esibizioni che si susseguiranno dal venerdì pomeriggio e che giungeranno al massimo splendore la domenica pomeriggio con il Corteo delle Messi, composto da circa cinquecento figuranti che attraverseranno le vie della città e la Giostra dei Bastoni, gara a cavallo tra i campioni delle quattro Contrade, il cui scopo è di colpire un elmo con un bastone al termine del tracciato.

Il vincitore della competizione sarà premiato con la Spada d’Oro in Piazza del Duomo e, il Drappellone raffigurante la patrona Santa Fina. Il Drappellone è stato realizzato da Sonia Rossetti, vincitrice del concorso indetto dall’associazione a fine febbraio 2016.

La cornice del suggestivo scenario medievale è completata dai mercatini a tema storico collocati in Piazza della Cisterna e in Piazza delle Erbe: in quest’ultima i visitatori potranno ammirare l’attività e l’arte degli artigiani del tempo, con fabbri, vasai, filatrici, conciatori, pellicciai, erboristi e calzolai a cura dell’associazione Antichi Mestieri di Medicina.

Parteciperanno alla manifestazione la Fanfarenzug di Meersburg, città tedesca gemellata con San Gimignano, la Falconeria Maestra, l’associazione Antichi Mestieri di Medicina, gli Sbandieratori di Città de L’Aquila, la Compagnia Offerta dei Censi di Abbadia San Salvatore (SI), il gruppo Teatro del Ramino, che realizzerà lo spettacolo del sabato sera.

In occasione dell’evento si terrà il challenge fotografico su Instagram “Fotografando Il Medioevo” indetto dall’associazione insieme alla community Instagramers Siena; taggando le foto su Instagram con #feriedellemessi16 e #igerssiena fino a venerdì 24 giugno, le 10 foto più rappresentative saranno impiegate per la redazione di un reportage della festa e pubblicato su www.cavalieridisantafina.it

La manifestazione è ad ingresso libero.

Il programma: 

Venerdì 17 giugno

18.30 - Piazza Duomo
Sonus Gallicanus
Esibizione della Fanfarenzug di Meersburg.
Al termine, tutti in cammino seguendo le fanfare verso la Rocca di Montestaffoli dove il pubblico troverà la ‘Taverna delle Meraviglie’, per ben soddisfare il proprio palato. 

19.30 - Rocca di Montestaffoli
Le très douce regard (Il dolcissimo sguardo)
Ensemble Medioevo in Danza. 

21.30 - Piazza Duomo
A tambur battente
Tamburi, Bandiere, Chiarine e l’Ensemble Medioevo in Danza (I Cavalieri di Santa Fina in spettacolo) 

Sabato 18 giugno

11.30 - Da Porta San Giovanni e da Porta San Matteo verso la Rocca di Montestaffoli  per l’apertura della Taverna delle Meraviglie.
Una marcia guerriera
Parata del Gruppo Tamburi, Chiarine e Bandiere dei Cavalieri di Santa Fina. 

12.00 - Rocca di Montestaffoli
La battaglia di Cupido
Esibizione del Gruppo Arcieri Storici di Larciano e dell’Ensemble Medioevo in Danza.

12.00 - Rocca di Montestaffoli
Per distrugger mura e lacerar corazze
Esposizione di macchine da guerra medievali 

Dalle ore 12 - Piazza delle Erbe e Piazza della Cisterna
Le grida di San Gimignano
Allestimento di un grande mercato medievale 

16.30 - Piazza Duomo
Un magnifico apparato
Ingresso delle Quattro Contrade di San Gimignano per la presentazione al pubblico dei propri Cavalieri che all’indomani si cimenteranno nella Giostra dei Bastoni. 

17.30 - Piazza Duomo
Un labirinto di teli
Gara della Treccia fra le giovani delle Quattro Contrade. 

18.00 - Piazza Duomo
Trionfi di Forza
Tiro alla fune fra gli Ercoli delle Quattro Contrade 

18.30 - Piazza Duomo
Uno sguardo dall’alto
Voli e acrobazie di falchi e di uccelli rapaci a cura della Falconeria Maestra. 

19.30 - Piazza Duomo
Vexilla regis
Esibizione degli Sbandieratori della Città dell’Aquila. Al termine, in cammino verso la Rocca. 

20.00 - Rocca di Montestaffoli
Un falco per amico
Per imparar come trattar falchi e rapaci 

21.30 - Piazza Duomo
Spectacula
Con la partecipazione della Fanfarenzug di Meersburg dell’Ensemble Medioevo in Danza  e del Gruppo Tamburi, Bandiere e Chiarine dei Cavalieri di Santa Fina. 

22.30 - Piazza Duomo
Virtus et Luxuria
Ad illuminar la notte, spettacolo con i trampoli, le musiche e i fuochi del Teatro del Ramino.  

Domenica 19 giugno

Piazza delle Erbe e Piazza della Cisterna
Allestimento di un antico mercato medievale 

Rocca di Montestaffoli
Esposizione di macchine da guerra medievali 

11.30 - Rocca di Montestaffoli
Apertura  della Taverna delle Meraviglie 

11.30 - Da Porta San Giovanni a Porta San Matteo
Alle Porte della Città
Parata degli Sbandieratori della Città dell’Aquila con esibizione a Porta San Giovanni. 

12.00 - Piazza Duomo
Il Rito della Purificazione
Trionfale ingresso delle Quattro Contrade, dei Cavalieri sui loro destrieri, per il saluto del Podestà, la ‘Benedictio’ del Ministro di Dio e il saluto del Primo Cittadino. 

12.30 - Piazza Duomo
Una magnificenza di suoni
Ec. Al termine, in cammino verso la Rocca dove fra gli odori dei deschi apparecchiati nella Taverna della Meraviglie, s’imparerà l’arte di ben condurre falchi e rapaci reali. 

14.30 - Rocca di Montestaffoli
Cupido Insonne
Gara fra gli arcieri delle Quattro Contrade dei Cavalieri di Santa Fina 

15.00 - Piazza Duomo
Di trombe guerriere il grande clangore
Con la partecipazione della Fanfarenzug di Meersburg e dell’Ensemble Medioevo in Danza.  

15.30 - Piazza Duomo
La vita di tutti i giorni al tempo del Medioevo
Esibizioni a cura del Gruppo Abbadia di San Salvatore. 

16.00 - Da Via San Matteo verso Piazza Duomo
Un volteggiar d’insegne
Sfilata ed esibizione degli Sbandieratori della Città dell’Aquila 

16.30 - Piazza Duomo
A caccia con i falchi
Voli di falchi con strategie di caccia a cura della Falconeria Maestra. 

17.00 - Da Porta San Matteo a Porta San Giovanni e al Parco della Rocca
Corteo delle Messi
Uno spettacolo indimenticabile, una ritualità oltre il sogno, un afflato d’antico, con oltre 500 figuranti. 

18.00 - Parco della Rocca
Giostra dei Bastoni
Una corsa mozzafiato per essere i primi a colpire. Una gara avvincente, a tratti anche pericolosa. Foriera di grandi gioie o di grandi delusioni. 

19.30 - Piazza Duomo
La Spada d’Oro
Consegna al Cavaliere vincitore da parte del Podestà della Spada d’Oro, l’ambito premio conteso nella Giostra dei Bastoni, e del Drappellone alla Contrada vincitrice.
Siano lodi e onori! 

Pubblicato il 16 giugno 2016

  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Lascia un commento

Ho preso visione dell’informativa privacy
  * Acconsento

In relazione al trattamento dei miei dati personali, relativamente alle finalità di Marketing diretto mediante invio di materiale informativo e/o pubblicitario mediante email o newsletter, strumenti di messaggistica o telefono
  Acconsento