Il piano per l'effettuazione dei controlli sui Green pass

Riunito alla Prefettura di Firenze il Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica

 PROVINCIA DI FIRENZE
  • Condividi questo articolo:
  • j

Si è riunito questa mattina il Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica presieduto dal prefetto Valerio Valenti, con la partecipazione del sindaco della Città Metropolitana e del Comune di Firenze Dario Nardella e dell’assessore Benedetta Albanese, del questore Filippo Santarelli, del comandante provinciale dei Carabinieri Antonio Petti, del colonnello Enzo Sopranzetti per il Comando Provinciale della Guardia di Finanza, del comandante del Gruppo Carabinieri Forestali Luigi Bartolozzi, del dirigente del Compartimento Polfer Domenico Condello, del capo dell’Ispettorato Territoriale del Lavoro Fabrizio Nativi, di Giorgio Garofalo e Matteucci Alessandro per l’ASL Toscana centro, di Milos Smeraldi e Adamo Gentile per RFI e dell’amministratore delegato di Autolinee Toscane Jean Luc Laugaa.
Nel corso dell’incontro è stata esaminata e condivisa la pianificazione per i controlli sul green pass, che il Prefetto ha adottato al termine della riunione.
Si tratta di un impegno notevole che richiede un’azione sinergica a garanzia della salute dei cittadini e per consentire il mantenimento delle attività commerciali in esercizio. L’attività di controllo sarà fatta a campione, ma mirata e incisiva e le sanzioni, laddove necessarie, saranno elevate con equilibrio, ma anche con fermezza. 

Dalla riunione è emersa la volontà comune da parte di tutte le componenti del sistema sicurezza di profondere il massimo sforzo per assicurare una piena e tempestiva attuazione del piano di controlli sul green pass, che vedrà la collaborazione delle Forze di Polizia statali (Polizia di Stato, Carabinieri e Guardia di Finanza), comprese le Specialità, e le Polizie Municipali, in particolar modo quella di Firenze. Concorreranno altresì allo svolgimento delle verifiche l’ASL e l’Ispettorato Territoriale del Lavoro. Per il trasporto pubblico locale contribuiranno anche gli incaricati di pubblico servizio dell’azienda di trasporto.
I controlli verranno fatti tenendo in considerazione le professionalità e le competenze dei soggetti operanti e saranno coordinati in modo da evitare sovrapposizioni e duplicazioni. Si svolgeranno durante tutto l’arco della giornata, tenendo conto della tipologia delle attività che si andranno a controllare e delle zone e fasce orarie in cui si prevede maggiore afflusso di persone, con particolare attenzione al centro cittadino e ai luoghi della movida serale e notturna.

Queste le attività e gli esercizi ritenuti più a rischio e su cui si concentreranno maggiormente i controlli:
-servizi di ristorazione;
-alberghi ed altre strutture ricettive;
-spettacoli aperti al pubblico, eventi e competizioni sportive nonché attività che abbiano luogo in sale da ballo, discoteche e locali assimilati;
-piscine, centri natatori, palestre, centri benessere, anche all’interno di strutture ricettive, limitatamente all’attività al chiuso;
-sagre e fiere;
-centri culturali, centri sociali e ricreativi, limitatamente alle attività al chiuso;
-attività di sale gioco, sale scommesse e sale bingo.

In vista dell’avvio del piano si è convenuto anche che venga data ampia diffusione circa i vigenti obblighi in tema di possesso della certificazione verde e della possibilità di essere sottoposti ai controlli. Ciò anche mediante l’impiego di apposite locandine in più lingue da esporre presso gli esercizi commerciali.
L’iniziativa si inserisce nella più ampia attività collaborativa che è scaturita dalla riunione tenutasi ieri con le associazioni di categoria interessate, le quali hanno manifestato la più ampia disponibilità ad investire in una comunicazione mirata ai propri associati, affinché siano resi consapevoli della necessità che ognuno, per la parte di competenza, fornisca il proprio contributo per garantire, al contempo, la tutela del diritto alla salute e il mantenimento delle attività imprenditoriali. 

E’ auspicabile che tutti i cittadini si rendano parte attiva in questa azione di controllo, vigilando e segnalando alla Forze di Polizia le eventuali irregolarità riscontrate” – ha detto il Prefetto – “Si tratta di una responsabilità sociale e diffusa che può essere garantita solo mediante il ricorso ad un sistema virtuoso che veda il contributo di tutti, sempre nell’ottica di contemperare l’esigenza di tutela della salute pubblica con la necessità di non rallentare il processo di ripresa dell’economia in atto. Soprattutto sul tema dei trasporti confido nella più ampia collaborazione e disponibilità degli utenti nel sottoporsi ai necessari controlli”.
“Ringrazio il Prefetto, tutte le Forze dell’ordine e la Polizia Municipale che saranno impegnate nei controlli” - ha detto il Sindaco Dario Nardella - “e chiedo ai cittadini di collaborare per vivere un Natale il più normale e sereno possibile, in sicurezza per tutti”.

Potrebbe interessarti anche: Nascondeva in un cellulare migliaia di immagini e video pedopornografici 

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie

Pubblicato il 4 dicembre 2021

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su