Il Rotary Club Empoli dona un defibrillatore alla primaria 'Carlo Rovini'

Presenti l’assessore Antonio Ponzo Pellegrini, il presidente del Rotary Luca Bartali, il dirigente della scuola Salvatore Picerno e due maestre

 EMPOLI
  • Condividi questo articolo:
  • j

Un defibrillatore per le alunne e gli alunni della scuola primaria Carlo Rovini – Cascine di Empoli è stato donato dal Rotary Club Empoli nella persona del presidente Luca Bartali, alla presenza di Antonio Ponzo Pellegrini, assessore del Comune di Empoli; Salvatore Picerno, dirigente dell’Istituto Comprensivo Empoli Ovest; le due maestre del plesso scolastico, Sandra Pierozzi e Stefania Carnesecchi. Un dispositivo necessario, un salva vita, che va ad aggiungersi a quelli già in dotazione alle scuole primarie del Comune di Empoli.

L’IDEA E IL PROGETTO DI QUESTA DONAZIONE – Tutto nasce da una idea che si è sviluppata all’interno del corso di formazione che si è svolto nella scorsa primavera di tutti i sette Rotary Club area Toscana Uno per la carica di presidente. La proposta è stata quella di realizzare alcuni progetti, tre per l’esattezza, di cui uno riguardava proprio l’acquisto di un defibrillatore per ciascun distretto.

Sette club per sette defibrillatori. Così in collaborazione con il Comune di Empoli dopo l’acquisto, in cui è compreso anche il corso formativo per il personale addetto, c’è stata la consegna alla scuola primaria Rovini due giorni fa. Il progetto si chiama “District grant” ed è realizzato dai sette club area Toscana Uno, cofinanziata dal distretto Toscana 2071. L’amministrazione comunale empolese è sempre stata fin da subito attenta alla sicurezza per tutte le studentesse e gli studenti anche nelle scuole che svolgono attività motoria durante l’orario di lezione, oltre che negli impianti sportivi gestiti dalle associazioni. Un percorso cominciato anni fa e che si amplia anche grazie a questa importante donazione del Rotary Club Empoli, aumentando di fatto la presenza di questi dispositivi vitali anche nelle scuole, il cui utilizzo è nelle mani di personale opportunamente formato.

Potrebbe interessarti anche: Covid, le scuole superiori riapriranno l'11 gennaio

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie

Pubblicato il 5 gennaio 2021

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su