Il sesto libro della colligiana Juls' Kitchen

Giulia Scarpaleggia vive nella campagna di Colle di Val d'Elsa, cucina, scrive ed ha un blog

 JULS' KITCHEN
  • Condividi questo articolo:
  • j

Giulia Scarpaleggia è una food blogger a tempo pieno per Juls’ Kitchen, il suo blog aperto nel 2009. Vive nella campagna di Colle di Val d’Elsa. È una scrittrice di libri di cucina ed impartisce anche lezioni di cucina private, soprattutto a turisti in vacanza, portandoli prima al mercato di Colle e poi nella sua cucina, per preparare le prelibatezze locali.

Scarpaleggia, questa pandemia ha interrotto i corsi?

«Noi, abbiamo sospeso i nostri corsi di cucina a febbraio 2020, da allora non li abbiamo ripresi. Lo scorso anno ci siamo dedicati a corsi di cucina on line in inglese. Per ricominciare con i nostri corsi di cucina e con le visite al mercato attenderemo che sia passata l’emergenza sanitaria per poter condividere con tranquillità i momenti in cucina ed a tavola, quindi molto probabilmente riprenderemo con calma in autunno o molto probabilmente il prossimo anno».

Quali sono le novità nella tua vita?

«Nel frattempo è nata nostra figlia, Livia, che ora ha quasi 8 mesi, quindi ci siamo potuti dedicare a lei. Stiamo anche lavorando al nostro sesto libro di cucina. Per la prima volta lavoriamo con un editore straniero, Artisan Books, di New York, ad un libro dedicato alla cucina italiana, che uscirà nel 2022».

Puoi lasciarci con una ricetta alla quale sei affezionata?

«Certamemente! La zuppa inglese. Sembra che sia nata in contemporanea in Italia attorno al ‘500 sia in Emilia Romagna che in Toscana, ispirata dall’inglese trifle e italianizzata sostituendo la pasta lievitata con il pan di Spagna e la panna con la crema pasticciera. Un’altra spiegazione la vede nascere in Toscana, tra le colline di Fiesole, a metà Ottocento, quando una donna di servizio di una ricca famiglia inglese mise insieme l’avanzo di biscotti, budino al cioccolato e crema per riciclare gli avanzi del pranzo e creare una sostanziosa merenda. Non me ne vogliate, ma a me piace tantissimo quest’ultima spiegazione! Lontana da ogni canone o tradizione, questa è la zuppa inglese di casa mia».

500 ml latte fresco intero

1/2 bacca di vaniglia

2 uova

4 cucchiai di zucchero

2 cucchiai di amido di mais

80 g di cioccolato fondente

Alchermes

200 g Savoiardi

Cacao amaro, per decorare

Metti il latte in un pentolino a scaldare con un baccello di vaniglia aperto e toglilo dal fuoco appena raggiunge il primo bollore.

In un altro pentolino mescola le uova con lo zucchero e l'amido. Usa una frusta e cerca di eliminare ogni grumo. Versa a filo il latte caldo sulle uova mescolando continuamente con la frusta per evitare che si cuociano.

Rimetti il pentolino sul fuoco, al minimo, e mescola continuamente con la frusta fino a che non accenna il primo bollore e la crema comincia ad addensarsi. A questo punto togli la crema dal fuoco e dividila in due contenitori. Unisci il cioccolato fondente spezzettato a metà della crema e mescola con la frusta per farlo sciogliere ed amalgamare.

Prepara la zuppa inglese facendo strati di crema, savoiardi inzuppati brevemente in una bagna composta da metà acqua e metà alchermes, crema al cioccolato e di nuovo savoiardi, fino a terminare con la crema.

Spolvera la superficie di cacao amaro o cospargila di cioccolato fondente tritato e lascia riposare in frigo per qualche ora prima di servirla.

Lodovico Andreucci

Potrebbe interessarti anche: Intervista a Giulia Scarpaleggia, un incontro pieno di sapori

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie

Pubblicato il 21 aprile 2021

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su