Bisniflex materassi Poggibonsi

In arrivo più di 6.800 nuove alberature: ''polmoni'' per le zone industriali e le scuole

Il Ministero per la transizione ecologica approva le proposte presentate. Aree verdi intorno ad istituti scolastici

 EMPOLESE VALDELSA
  • Condividi questo articolo:
  • j

Il Ministero della Transizione Ecologica ha approvato tre proposte progettuali presentate dalla Città Metropolitana di Firenze per interventi di riforestazione. "La Città Metropolitana concretizza di giorno in giorno il suo piano strategico di sviluppo che ha tra i suoi assi portanti la sostenibilità ambientale - sottolinea il Sindaco Dario Nardella - la Metrocittà fiorentina è verde e non rinuncia a qualificarsi nel tempo come metropoli ecologica, capace di ripensare il territorio e anche di ridisegnare, come con questi tre progetti, le sue aree".

"Siamo soddisfatti della risposta positiva da parte del Ministero - dichiara Letizia Perini, consigliera della Metrocittà delegata all'Ambiente - alla crescita e alla cura del verde, che è elemento strutturale prezioso e irrinunciabile del nostro territorio, corrisponde un abbattimento di anidride carbonica di grande impatto e di lungo periodo. Ringrazio gli uffici della Metrocittà che hanno elaborato progetti di grande valore recepiti con soddisfazione dal Ministero". Sono dunque stati stanziati 490 mila euro per il progetto 'Didattica nel verde', con la piantumazione di piante forestali, postime forestale (prodotti di pianta per forestazione) ed arbusti nelle pertinenze di 10 istituti scolastici in diretta gestione alla Città Metropolitana di Firenze e dislocati nelle aree della Piana Fiorentina, Mugello, Alto Valdarno, Area Empolese. Si prevede di piantare 763 alberi oltre a 1630 arbusti su una superficie complessiva di 3.2 ettari. In allegato il prospetto di intervento per ogni singola scuola. In 40 anni saranno catturate dal verde ben 1.580 tonnellate di anidride carbonica. Finanziato con 500mila euro un progetto per la piantumazione di piante forestali, postime forestale ed arbusti nelle aree delle Carpugnane, Mantignano e Parco dei Renai, rispettivamente nei comuni di Calenzano, Signa e Firenze e prossime agli 'Stagni della Piana Fiorentina', riconosciuti di interesse comunitario. Si crea così un corridoio ecologico fra Arno e Piana Fiorentina. Per questo progetto si prevede di piantare 1271 alberi oltre a 1.500 arbusti su una superficie di 4.7 ettari (superfice di mq 29.081,44 alle Carpugnane; 6.743,76 al Parco dei Renai; di 11.192,15 a Santa Maria ad Antignano). Grazie al progetto in 40 anni saranno "catturate" 3.010 tonnellate di Co2.

500mila euro anche per il progetto di piantumazione di alberature in ambiente periurbano, in prossimità di zone industriali nei comuni di Empoli e Montelupo Fiorentino. Nome dato al progetto: 'Valorizzazione ecologica di aree produttive'. Si prevede di piantare 4.800 alberi su una superficie di 6.7 ettari. In questo caso si attende uno "stoccaggio" di CO2, in 40 anni, di 12.000 tonnellate. In sintesi: più di 6.800 le nuove alberature per il territorio metropolitano e stoccaggio di oltre 16mila 500 tonnellate di CO2.

Per quanto riguarda i progetti di forestazione della Metrocittà sono arrivati i commenti dei Comuni di Empoli e Montelupo Fiorentino.

Massimo Marconcini, assessore all'ambiente Comune di Empoli: "Sono contento dell'approvazione del nostro progetto di riforestazione urbana. È uno dei diversi progetti che abbiamo messo in campo per dotare Empoli di nuove piante in diverse zone della città. Qui andiamo a effettuare nuovi impianti in aree industriali, artigianali e commerciali, nelle quali per ovvi motivi lo stoccaggio di CO2 è di rilievo. Se da una parte stiamo lavorando per conservare il verde esistente e migliorarne la cura, dall'altra, con diversi progetti, lavoriamo per avere nuove e tante piante".

Lorenzo Nesi, assessore all'ambiente Comune di Montelupo Fiorentino: "Le immagini delle inondazioni in nord Europa ci impongono di agire con urgenza contro il cambiamento climatico. La riforestazione del Rio di Sammontana nella zona delle Pratella farà da stimolo anche alle previste opere idrauliche, completando l'intervento sul lago. Sulla Pesa invece, a valle del Parco sportivo, nascerà una foresta ripariale periurbana utile alla qualità dell’aria, al fiume e alla vivibilità"

Da Castelfiorentino è stato il sindaco Alessio Falorni a dare notizia delle iniziative del Ministero per quanto riguarda la tematica ambientale. "Ancora buone notizie per il patrimonio verde di Castelfiorentino, e dell'Empolese-Valdelsa. Il Ministero della Transizione Ecologica ha infatti approvato tre proposte presentate dalla Città Metropolitana, per un totale di 490 mila euro, che rientrano nell’ambito del progetto ‘Didattica nel verde’, con la piantumazione di piante forestali, postime forestale (prodotti di pianta per forestazione) ed arbusti nelle pertinenze di 10 istituti scolastici in diretta gestione alla Città Metropolitana di Firenze, e dislocati nelle aree della Piana Fiorentina, Mugello, Alto Valdarno e Empolese-Valdelsa. Si prevede di piantare 763 alberi, oltre a 1630 arbusti su una superficie complessiva di 3.2 ettari”. Commenta il primo cittadino. “Qui le scuole interessate sono l’istituto Cecchi di Fucecchio e l’Enriques di Castelfiorentino, che vedranno rispettivamente 1359 e 12418 metri quadri di superficie interessati. Penso sia una bellissima notizia, che rafforza l'azione decisamente incisiva che l'Amministrazione Comunale sta facendo per incrementare la presenza di verde e alberi sul proprio territorio.

Altri 500mila euro saranno invece stanziati per il progetto di piantumazione di alberature in ambiente periurbano, in prossimità di zone industriali nei comuni di Empoli e Montelupo Fiorentino, seguendo un obiettivo che l’amministrazione comunale empolese aveva già dichiarato di voler centrare mediante altri progetti ai quali ha partecipato e sta partecipando. In questo caso si parla di "valorizzazione ecologica di aree produttive" e per questo si prevede di piantare 4.800 alberi su una superficie di 6.7 ettari. Secondo le previsioni degli esperti si attende uno “stoccaggio” di CO2, in 40 anni, di 12.000 tonnellate. Ne sono estremamente contento, e ringrazio la Città Metropolitana e il Sindaco Dario Nardella per aver permesso la presentazione di questi progetti".

Potrebbe interessarti anche: Salgono a 306 i nuovi casi di coronavirus in Toscana

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie

Pubblicato il 21 luglio 2021

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su