In crescita il mercato dell'intrattenimento online: record per la Toscana

In Toscana, nello specifico, il record spetterebbe alla città di Prato, in cui la spesa media per l’azzardo sarebbe stata di circa 3.320,54 euro. Con queste cifre, il mercato delle slot machine avrebbe ricoperto il 65% del totale, sia nei casinò fisici che in quelli virtuali. Ad aver registrato un incremento della spesa sarebbero stati anche il Betting Exchange, con un aumento del 50%, i giochi da tavolo come il blackjack e la roulette, con un aumento del 46,6%, e il poker a torneo con un aumento del 29%

 TOSCANA
  • Condividi questo articolo:
  • j

È ormai da tempo che si sente parlare di quanto il gioco online abbia catturato l’attenzione degli appassionati, in Europa come nel nostro Paese. Nell’ultimo decennio, in particolare, l’Italia si sarebbe classificata come uno dei Paesi europei ad aver registrato il più alto tasso di crescita nel mercato dell’intrattenimento online, raggiungendo un record assoluto per il numero complessivo di giocatori. Numeri di particolare rilevanza avrebbero visto come protagonista proprio la regione Toscana in cui, secondo i dati pubblicati dallo studio Ipsad, nel 2017 il gioco d’azzardo avrebbe prodotto un giro d’affari di 4,8 miliardi di euro. Non da meno il resto d’Italia, in cui il 40% della popolazione tra i 15 e i 64 anni avrebbe affermato di giocare almeno una volta l’anno.

I giochi più apprezzati: il picco delle slot machine

Tra le varie tipologie di gioco d’azzardo, dalle scommesse sportive ai giochi come il Bingo e il Lotto, a registrare il successo maggiore sarebbero state le slot machine, in particolare le slot online. Il loro successo sarebbe da associarsi sia alla semplicità di utilizzo che alla vastità di tipologie disponibili sul mercato, in grado di rispondere alle esigenze di diversi profili di giocatori, dai principianti ai più esperti, dagli amanti delle classiche slot da bar ai più attenti alla grafica e agli effetti speciali. Secondo alcuni dei dati più recenti, nel corso del 2017 si sarebbe passati da 27,45 milioni di euro spesi per le slot machine agli oltre 32 milioni. In Toscana, nello specifico, il record spetterebbe alla città di Prato, in cui la spesa media per l’azzardo sarebbe stata di circa 3.320,54 euro. Con queste cifre, il mercato delle slot machine avrebbe ricoperto il 65% del totale, sia nei casinò fisici che in quelli virtuali. Ad aver registrato un incremento della spesa sarebbero stati anche il Betting Exchange, con un aumento del 50%, i giochi da tavolo come il blackjack e la roulette, con un aumento del 46,6%, e il poker a torneo con un aumento del 29%.

Quali sono i motivi del successo?

Oltre ai già citati motivi relativi al successo delle slot machine in generale, a cosa si deve l’ascesa dell’intrattenimento online? È chiaro che in un mondo in cui si è sempre più connessi, risulti molto più comodo giocare online piuttosto che recarsi in un casinò fisico. Nonostante le sale gioco terrestri non abbiano perso tutto il loro fascino, infatti, sono sempre più i giocatori che scelgono di affidarsi alle piattaforme in rete piuttosto che recarsi in una sala da gioco terrestre. Inoltre, non va dimenticato che l’Italia è proprio uno di quei Paesi in cui il gioco d’azzardo viene maggiormente tutelato e regolamentato: a farlo è l’AAMS, che si occupa proprio della sicurezza e della regolamentazione di ogni singola piattaforma presente in rete.

È difficile prevedere se nell’immediato futuro il gioco online possa sostituire completamente le sale da gioco fisiche; ciò che è certo è che il mercato dell’intrattenimento online sarà sempre più ricco e in grado di soddisfare le esigenze di sempre più categorie di giocatori.

Pubblicato il 20 settembre 2019

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su