Lamm Lavorazioni Metalliche

''In one word... Colle'', il nuovo progetto di promozione della città e del territorio

Sabato 28 gennaio al Teatro del Popolo, dalle ore 16 alle ore 19, la presentazione alla cittadinanza

 COLLE DI VAL D'ELSA
  • Condividi questo articolo:
  • j

Si chiama ‘In one word... Colle’ ed è il nuovo progetto di promozione della città e del territorio che sarà presentato sabato 28 gennaio, al Teatro del Popolo dalle ore 16 alle ore 19. A partire dal lavoro fatto con gli altri comuni appartenenti all’Ambito Turistico Valdelsa Valdicecina (progetto realizzato in collaborazione con Regione Toscana, Toscana Promozione Turistica, Fondazione Sistema Toscana e Terre di Siena Lab), il Comune di Colle di Val d’Elsa ha deciso di declinare questa esperienza al livello della città, intraprendendo un percorso di promozione orientato principalmente sulla comunicazione delle grandi attrattive di Colle e del suo territorio, creando una narrazione alla quale poter agganciare i vari progetti di valorizzazione in corso, e sulla quale impostare il futuro dello sviluppo turistico. Da tale percorso è nato il progetto "In one word... COLLE", sviluppato in collaborazione con Ciclica, agenzia di comunicazione e di consulenza strategico-creativa attiva nel campo del marketing territoriale, insieme a Terre di Siena Lab.

“Il progetto dell’Ambito Valdelsa Valdicecina ha avuto per noi il grande vantaggio di lavorare in sinergia con agli altri comuni della nostra area, promuovendoci insieme come unica destinazione - sottolinea Cristiano Bianchi, assessore alla cultura e turismo - al termine di questo percorso ci è risultato evidente che era necessario continuare questo progetto di promozione turistica declinandolo alla scala della nostra città, e abbiamo deciso di partire da una delle cose che forse più ci serviva: uno strumento per far conoscere di più e meglio la nostra città nel mondo, una città dalle forti potenzialità inespresse in termini di sviluppo turistico, ma caratterizzata da una grande offerta di contenuti, sorprendentemente vari e di grande interesse. Per questo motivo abbiamo ritenuto cruciale dare priorità all’aspetto comunicativo, e abbiamo intrapreso questo cammino: un risultato che vuole essere non solo un punto di arrivo, ma soprattutto un nuovo inizio verso uno sviluppo turistico diverso, consapevole e sostenibile, uno strumento sul quale far crescere tutti i progetti di promozione che abbiamo messo in atto in questi anni sulla Francigena, sul Sistema Museale, sulla Torre di Arnolfo, sul SentierElsa, sul Contemporaneo, sul Cristallo, così come quelli che verranno in futuro. Mi auguro che questo progetto non venga considerato solo uno strumento di comunicazione e promozione turistica, ma che possa contribuire a creare e diffondere un’idea di città in cui i colligiani si possano riconoscere e intorno a cui possano lavorare ad una nuova forma di sviluppo non solo turistico ed economico, ma soprattutto culturale. Vorrei pertanto rinnovare, da parte di tutta l’Amministrazione, l’invito a partecipare all’evento agli operatori del settore turistico, alle aziende, ai commercianti, ai bar e ristoranti, alle scuole, alle associazioni e a tutti i cittadini: la promozione del territorio verso uno sviluppo turistico consapevole e sostenibile passa attraverso l'impegno corale di tutti”.

L’idea base nasce dalla considerazione che Colle di Val d’Elsa è tante cose insieme: la sua straordinaria molteplicità e la ricchezza di contenuti sono tali che la città non può essere descritta in breve, se non ricorrendo ad una sola parola, appunto “Colle”. Da qui la scelta di usare la sola parola Colle come nome ufficiale e logo stesso della città ai fini della promozione: breve, semplice, facile da ricordare e da pronunciare in ogni lingua. Intorno a questa idea il progetto articola un discorso che mira a collocare Colle come meta centrale di uno degli ambiti turistici più attrattivi della Toscana, ma allo stesso tempo fuori dalle rotte più battute, in grado di offrire l’esperienza di una Toscana autentica, tra storia, arte e natura.

La presentazione si aprirà con i saluti istituzionali seguiti da una introduzione sul lavoro fatto per l’Ambito Valdelsa Valdicecina, a cura di Marco Valenti, assessore alla cultura e al turismo di Monteriggioni (Comune Capofila dell’Ambito) per inquadrare il contesto all’interno del quale si muove il progetto “COLLE in one word”, che sarà quindi presentato subito dopo da Francesco Fanfani e Giovanni Morozzo, dell’agenzia Ciclica Srl che lo hanno sviluppato. Seguirà una breve presentazione, a cura dell’Assessore Cristiano Bianchi, di alcuni progetti di promozione turistica che l’Amministrazione ha messo in atto, e che fanno perno sul progetto “COLLE”.

La seconda parte del pomeriggio sarà aperta da un intervento su Colle di Val d’Elsa da parte di Wikipedro, youtuber e creatore di video divulgativi sull’arte e la storia, e sarà in seguito dedicata ad interventi di importanti operatori ed eccellenze del nostro territorio: il liutaio Sergio Gistri racconterà il lavoro che svolge in Castello da molti anni, seguito da una esibizione musicale di Francesca Chiocci che suonerà una viola da gamba creata a Colle dal liutaio stesso, accompagnata da Costanza Redini (contralto), per chiudere con l’intervento dello chef stellato Gaetano Trovato, cui  l’Associazione La Città del Cristallo conferirà un premio per i 40 anni del Ristorante Arnolfo a Colle. A concludere l'evento, un aperitivo con una degustazione della Gota Cotta di Colle di Val d’Elsa, insieme ad altri prodotti locali, con drink serviti in cristallo.

In apertura e in chiusura dell’evento saranno distribuiti a tutti i presenti i nuovi materiali per la promozione turistica e gadget dedicati. L’evento è ad ingresso gratuito, con posti prenotabili su eventbrite al seguente link: https://www.eventbrite.com/e/502446670517.

Copyright © Valdelsa.net

Potrebbe interessarti anche: Centrale idroelettrica a Colle: l'Avvocatura dello Stato non si presenta all'udienza, Donati: ''Sorpresa e rammarico''

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie

Pubblicato il 13 gennaio 2023

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su