Vivaio Il Roseto

Inaugurata oggi la nuova vettura donata dalla Squadra del '51 in memoria di Estevan Dei

''A distanza di due anni dalla sua scomparsa, parlare oggi di Estevan ci rattrista ma nello stesso tempo ravviva quel ricordo indelebile che ancora conserviamo di lui''

 SQUADRA DEL '51
  • Condividi questo articolo:
  • j

"A distanza di due anni dalla sua scomparsa, parlare oggi di Estevan ci rattrista ma nello stesso tempo ravviva quel ricordo indelebile che ancora conserviamo di lui. Con Estevan ci conoscevamo da una vita, trascorsa insieme fin dai banchi di Scuola ed anche dopo la maturità, conseguita nel lontano 1969, gli amici e le amiche della Squadra del ’51, hanno continuato a frequentarsi e ad avere nella sua dimora a Casole il punto di riferimento e di ritrovo, organizzando momenti conviviali, varie gite e spassose occasioni di incontro che hanno nel tempo rinsaldato sempre di più il Gruppo che non si è mai disperso, con una continuità mai interrotta. Nonostante i suoi molteplici impegni, non c’è mai stata occasione a cui sia mancato perché per lui l’amicizia ha avuto sempre un valore fondamentale e la sua casa costantemente a disposizione delle molteplici cerchie di amici da cui era contornato.

Al di là della sua indiscutibile capacità imprenditoriale nella quale ha saputo distinguersi realizzando importanti attività, ed opportunità di impresa legata al territorio che amava, vogliamo ricordarne le doti umane e la forte personalità, la sua capacità relazionale, il suo spirito pratico, la sua grande concretezza, la sua simpatia, le sua battute sagaci e pronte, la sua ironia mai offensiva, i suoi spassosi racconti di personaggi caratteristici della comune vita di paese: una persona di carisma, coinvolgente ed affidabile, con il quale si entrava subito in sintonia ed in immediata familiarità ed amicizia, che aveva mantenuto la sua semplicità di vita senza ostentazione, aperto all’innovazione nella realizzazione dei suoi progetti ma anche grande continuatore delle tradizioni più vere della cultura contadina e di comunità.

L’azienda zootecnica che ha fondato è un apprezzato fiore all’occhiello del territorio di Casole, ed Estevan era noto anche perché da oltre quarant’anni forniva i propri stalloni, utilizzati per i test sperimentali per importanti case farmaceutiche, per il corteo storico del Palio di Siena e l’essere entrato in quel contesto è certo sinonimo di grande fiducia e serietà personale.

Tutti ricordano l’amico e le sue doti di valente imprenditore agricolo, di grande appassionato e propulsore della riscoperta di antiche tradizioni: tra tutte il mantenimento e potenziamento dell’attività del frantoio di spremitura a freddo, per far fronte alle esigenze di piccoli e grandi utenti del territorio, quasi un impegno sociale e non certo di importante provento reddituale, il rigoroso procedimento naturale di produzione del vino delle proprie vigne (un vero e proprio succo di frutta come amava lui definirlo) ma anche l’introduzione di un innovativo riciclo ecologico bruciando la grande quantità di sansa prodotta nel frantoio a vantaggio del proprio fabbisogno energetico.

Suo anche il merito di aver concorso alla rievocazione dell’ormai rinomatissimo Palio locale. Gli va quindi riconosciuto Il pregio di aver operato integrando tradizione e rinnovamento che hanno fatto onore a Casole, ed anche il nostro Gruppo plaude alla decisione della Giunta Comunale che con quella apprezzabile motivazione ha recentemente deliberato di intitolargli la Strada vicinale che porta alle sue proprietà di campagna.

Di spessore anche la sua capacità imprenditoriale estera con proficuo investimento immobiliare in un paese dell’Est Europa. L’auspicio di tutti è che la polivalente azienda consolidata che ha lasciato, possa e debba continuare con chi è ora chiamato a proseguirne l’attività.

La consegna quest’oggi di una nuova vettura per i servizi sociali e sanitari nelle mani del Governatore Giancarlo Liti della locale Confraternita di Misericordia, vuole essere un gesto concreto di affetto e di grande riconoscenza per l’amico e il personaggio quale Estevan è stato, perché la sua memoria resti ancora viva nella popolazione come continua ad esserlo per tutti noi, amici e amiche della Squadra del 51.

Associamo al ricordo di Estevan anche quello della cara amica Manuela Dreini, anche Lei scomparsa qualche anno fa e già facente parte della stessa nostra compagine".

La Squadra del '51

Potrebbe interessarti anche: La provocazione della fioraia empolese: ''Vendo un rene allo Stato italiano'' 

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie

Pubblicato il 23 gennaio 2022

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su